Cantieri&Difesa Traghetti

Il cantiere di Flensburg insiste: “Ultimeremo il traghetto Honfleur”

Flensburg – In base a una decisione adottata oggi dal consiglio dei creditori, “il completamento della nave 774 nel cantiere di Flensburg deve continuare”. Si tratta del traghetto alimentato a gas Honfleur, ordinato da Brittany Ferries, la cui costruzione è iniziata tre anni fa. Nei giorni scorsi Brittany ha annullato l’ordine per “mancanza di fiducia nella capacità del cantiere di portare a termine la costruzione della nave”. Il ferry è diventato così di proprietà del cantiere navale tedesco, da tempo in stato di insolvenza.

Il sindaco Simone Lange, rappresentante della città di Flensburg nel consiglio dei creditori, è fiducioso sulla futura sostenibilità dell’azienda: “Crediamo nelle capacità di FSG. Nel corso dei suoi quasi 150 anni di storia, l’azienda ha dimostrato di poter costruire navi eccezionali. Il cantiere è una delle poche società di costruzione navale tedesche che ha superato con successo gravi crisi nel settore e costruito costantemente navi complesse e di alta qualità. Vogliamo che continui a farlo anche in futuro. I requisiti ci sono tutti”.

Fiduciosi anche l’amministratore delegato dell’azienda Martin Hammer e il direttore generale Stefan Denkhaus : “Insieme ai nostri dipendenti, siamo pronti a continuare a lavorare a tutta velocità per la costruzione di questa nave. Grazie alle competenze esistenti di FSG, è qualcosa che possiamo implementare rapidamente”. “Il fatto che il consiglio dei creditori stia combattendo così duramente per questo ordine dimostra la fiducia solida che i membri del consiglio hanno nelle capacità di FSG e della sua forza lavoro. La stretta collaborazione tra il consiglio dei creditori, l’autorità amministrativa e la gestione del cantiere invia un segnale forte a SIEM, Brittany Ferries e all’intero mercato”, secondo Christoph Morgen, il fiduciario provvisorio nominato dal tribunale distrettuale di Flensburg.