Cargo Porti

Ad agosto crescono gli scali nei porti dell’Unione Europea: + 11% rispetto al 2019

L’analisi nel rapporto pubblicato dall’EMSA, benissimo la Grecia mentre Spagna e Italia faticano ancora

Genova – E’ stato un agosto positivo per i porti europei come dimostra il rapporto mensile pubblicato dall’EMSA sugli impatti relativi al Covid 19  Nell’agosto 2019 ci sono stati 78.559 scali nei porti dell’UE  mentre nello stesso periodo del 2021 sono cresciuti a 86.865 scali. Il numero di chiamate è aumentato dell’11% rispetto al 2019.

Un balzo positivo in doppia cifra che rappresenta la miglior performance in tutto il 2021. E una crescita importante anche rispetto al 2020 quando gli scali erano stati 72616. Confrontando il numero di scali tra il 2019 e il 2021 nel mese di agosto i paesi più colpiti sono Bulgaria, Croazia, Cipro, Finlandia, Francia, Islanda, Italia, Lettonia, Malta, Norvegia, Portogallo e Spagna (diminuzione del almeno il 15%). Per Danimarca e Grecia invece c’è stato un aumento del numero di scali.