Porti

“Al settore serve una nuova informazione libera”

Roma – Le associazioni dei terminalisti salutano la nascita di una nuova voce del settore.

Becce (Assiterminal): “Fondamentale far conoscere sempre di più la nostra realtà”

Luca Becce

Parlare di portualità e di shipping è sempre positivo.

Informare e fare conoscere una realtà che è tanto importante quanto semi sconosciuta ai più ha sempre una valenza rilevante. Dal mare e dai porti passano la maggioranza delle merci che servono per vivere. Eppure pochi conoscono le problematiche di uno snodo così vitale per la vita della nostra società.

Eppure l’attenzione delle istituzioni e dei governi su questi settori è spesso distratta e superficiale.

In più, questa è la fase di massima trasformazione di questo mondo e degli attori che in esso agiscono.

Per questi motivi non si può che salutare ogni contributo utile a mettere al centro i temi e i problemi di una realtà così vitale per lo sviluppo del paese.

Benvenuto ShipMag!!!

Luca Becce
Presidente Assiterminal

Barbera (Fise Uniport): “Voce nuova necessaria in questo momento di trasformazione”

Federico Barbera (foto da telegranducato.it)

La nascita di una nuova testata editoriale è sempre una buona notizia. Se poi a questa si aggiunge la specificità settoriale nel mondo dello shipping, della logistica e della portualità, la buona qualità della notizia aumenta ancora. Se, infine, vede coinvolti nella direzione editoriale personaggi come l’amico Francesco Mariani che hanno dedicato una vita lavorativa al settore, ricoprendo posizioni di grande responsabilità e prestigio, non possiamo che dire di essere in presenza di un progetto che aspettavamo da tempo.

E’ un momento particolare, quello che il nostro mondo sta attraversando, certamente non aiutato da una politica disattenta, alcune volte superficiale ed altre addirittura nociva. La vicenda degli emendamenti presentati per l’ultimo “mille proroghe”, diabolico guazzabuglio nel quale convergono reali necessità normative con le più nefande velleità, ne è la dimostrazione .

Responsabilità bi/tri “partisan”, essendo il problema della inadeguatezza, non dei partiti in particolare, ma degli uomini in generale.

Un organo di informazione, autorevole e super partes, che abbia una mentalità e uno spirito, come una volta si diceva, “anglosassone”, capace cioè di ergersi a fustigatore dei costumi degli amministratori pubblici e della politica da cui traggono origine, perseguendo l’obbiettivo di essere al servizio dell’interesse dei propri lettori, non può che essere visto con grande favore.

Una nuova sfida per i suoi editori ai quali non è mai mancato il coraggio di assumere posizioni scomode, quand’anche non politicamente corrette.

Il loro successo, nel quale crediamo, sarà il successo della chiarezza e della tutela degli interessi dei cittadini.

Vi seguirò con grande piacere.
Ad Majora

Federico Barbera
Presidente Fise Uniport