Crociere

Albatros, fine della corsa: la nave da crociera diventa un hotel galleggiante sul Mar Rosso

Amburgo – La pandemia continua a fare il suo corso, e con essa purtroppo il destino di molte vecchie “regine dei mari” mandate a demolizione dagli armatori.

Non è il caso, per fortuna, della Albatros, fino ad ora di proprietà di Phoenix Reisen, agenzia di viaggi tedesca che gestisce anche una flotta da crociera. La nave è stata ceduta ad una delle catene alberghiere con cui Phoenix Reisen collabora da tempo e diventerà un hotel galleggiante sul Mar Rosso. “Con grande rammarico, abbiamo deciso di cedere l’Albatros in nuove mani” , ha fatto sapere l’agenzia in un comunicato.

Le “nuove mani” sono quelle di Kamel Abou-Ali, famoso imprenditore dell’ospitalità e proprietario degli oltre 15 hotel in Egitto che compongono la catena Pickalbatros Hotels & Resorts .

Ora le crociere a bordo della nave da crociera costruita in Finlandia dai cantieri Wärtsilä Helsinki (ora Helsinki Shipyard) e che erano previste in futuro, dovranno essere annullate. Si tratta di sette diversi itinerari che avrebbero dovuto toccare le Isole Canarie (Spagna), i Caraibi, il Sud America e l’Europa.

L’agenzia ha informato che offrirà agli ospiti con prenotazione confermata crociere alternative a bordo delle altre quattro crociere oceaniche che la compagnia continua a schierare: Amadea, Amera , Artania e Deutschland.