Porti e Infrastrutture Shipping e Logistica

Art, Confetra: “Va chiusa”. Rixi (Lega): “Intervenga il ministero”. Assiterminal: “Ente dannoso”

Roma – “Anziché dare un aiuto concreto alle imprese della logistica, che stanno facendo i conti con un crollo del fatturato senza precedenti, il ministero dei Trasporti continua ad applicare la gabella a carico degli operatori per Art, l’Autorità di regolazione dei trasporti, versata dai soggetti vigilati a titolo di autofinanziamento. La Lega ha presentato un’interrogazione urgente al ministro De Micheli per sapere quali ragioni ci siano a monte della mancata sospensione, per l’anno in corso, dei versamenti a carico delle imprese, danneggiate dall’emergenza Covid-19. Inoltre, chiediamo che il governo si attivi, con la massima sollecitudine, nella sospensione”. Lo dichiara il deputato della Lega e responsabile nazionale Infrastrutture Edoardo Rixi, primo firmatario dell’interrogazione al ministro De Micheli, insieme ai deputato del Carroccio della Commissione Trasporti alla Camera.

“Le imprese sotto la vigilanza di Art sono tra quelle maggiormente colpite dall’emergenza economica: il trasporto aereo ha registrato una contrazione dei traffici dell’88%, quello ferroviario un taglio del 98% delle corse dei treni ad alta capacità/alta velocità, il trasporto regionale ha registrato una riduzione del 70% delle corse e il trasporto merci una flessione del 25% circa. In questo quadro drammatico, sono necessarie misure urgenti di sostegno al comparto, oltre che la sospensione del versamento delle due rate di contributo Art, la prima in scadenza tra pochi giorni, il 30 aprile per i due terzi della quota”.

Pesante anche la reazione di Confetra all’articolo pubblicato questa mattina da ShipMag: “Chiudere subito ART e riportare le poche funzioni utili all’interno dell’Autorità Antitrust“, twitta la Confederazione. Assiterminal, dopo la dura lettera del presidente di Art, Andrea Camanzi, al numero uno dell’associazione, Luca Becce, risponde a tono: “E’ gia sottile di suo il confine tra Ente inutile e Ente dannoso. Sino ad oggi potevamo avere ancora qualche dubbio, ma dopo la risposta di Art alla richiesta di temporanea sospensione del pagamento dei contributi per il suo funzionamento ogni dubbio è fugato. Art appartiene alla II categoria”