Cargo Porti

Assarmatori, rinviata l’assemblea. Messina: “Più di 180 navi nei collegamenti con le isole italiane”

Roma – “La politica ha compreso la nostra importanza in questo momento drammatico per il mondo. Ha capito non solo l’importanza degli armatori, ma di tutta la logistica. Il nostro Paese vive di trasporto: per l’export e per i collegamenti con le nostre isole. Sulle isole vivono 7 milioni di persone, ma 26 milioni di passeggeri si collegameno con quelle minori, 6 milioni con quelle maggiori e 11 milioni attraverso con le autostrade del Mare. Sono 180 le navi per le isole minori, 64 quelle per le maggiori e le autostrade del mare. Lì, a bordo, sono quasi tutti i marittimi italiani”. Lo ha detto il presidente di Assarmatori Stefano Messina, nell’apertura dell’assemblea annuale dell’associazione.
L’assemblea è stata poi interrotta per un problema tecnico. La nuova data sarà comunicata nei prossimi giorni.

“Il Mit ha avuto attenzione al nostro settore – ha continuato Messina – Il governo ha riconosciuto che il nostro è un servizio essenziale”. E poi i soldi per aiutare il settore: “Ci sono 500 milioni per il rinnovo delle flotte dei traghetti isole minori, 1,5 miliardi per i traghetti su maggiori. 1,050 per i porti per l’elettrificazione delle banchine. E 3 miliardi per mobilità a idrogeno”.