Yacht

Assilea: mercato del leasing in lenta ripresa, trainato da auto e nautica. Mescieri nonimato presidente

Milano – Nel periodo gennaio-agosto 2020 il mercato del leasing e del noleggio a lungo termine ha finanziato oltre 13,3 miliardi di euro, per oltre 323 mila nuove stipule. La dinamica del lease, fortemente influenzata dall’impatto della pandemia da Covid-19, registra complessivamente una flessione del -26,4% rispetto allo stipulato dello stesso periodo, -30,9% nel numero di contratti. Auto e nautica trainano la ripartenza post Covid.

E’ la fotografia che emerge dai dati di Assilea, riunitasi oggi in consiglio per nominare Carlo Mescieri, amministratore delegato di SG Leasing, alla presidenza dell’Associazione italiana nel leasing e del noleggio a lungo termine. Mescieri sostituisce Enrico Duranti, dimissionario per il passaggio ad altro incarico. “E’ un momento molto particolare nel quale il lease, ancor più che nel passato, gioca un ruolo fondamentale nella ripartenza del Paese, alimentando il fulcro del sistema produttivo italiano attraverso il finanziamento degli investimenti fissi con il valore aggiunto dei servizi forniti alle imprese”, ha dichiarato a caldo il neo presidente dopo la nomina ringraziando il Consiglio.

Carlo Mescieri, neo presidente di Assilea

Dai numeri di Assilea si evince poi che il comparto auto, in linea con il trend già mostrato a luglio, risponde alle recenti novità normative e conferma la ripresa dei volumi con un +8,15% registrato nel solo mese di agosto, trainato dalla buona performance delle autovetture e dei veicoli industriali in leasing.

Il comparto aeronavale e ferroviario vede una crescita dei volumi stipulati (+9,0%) sostenuta dalla brillante performance della nautica da diporto. Quest’ultimo settore è l’unico che sta andando in controtendenza rispetto all’andamento generale mostrando già da maggio i primi segnali di ripresa.

Il comparto dei beni strumentali continua invece a mostrare una flessione (-25,7% in valore e -26,1% in numero), sia nel leasing finanziario, sia nel leasing operativo, fotografando la difficoltà delle imprese a tornare a investire. Le operazioni “big ticket” in leasing finanziario registrano il calo più importante (-42,5%). Il comparto immobiliare, che già stava vivendo un periodo di rallentamento, vede ridursi il numero delle nuove stipule del -28,8% e il relativo valore del -31,5%.