Cargo Porti

Assiterminal, via al webinar per i 20 anni dell’associazione. Becce: “Così dobbiamo cambiare i porti”

Genova – Le grandi sfide della portualità e il futuro delle associazioni. E’ iniziato da pochi minuti il webinar “Tassazione porti e governance portualità. Senza chiarezza e progettualità industriale, quale chiarezza?” organizzato per i 20 anni di Assiterminal.

E’ Luca Becce, dopo l’introduzione del direttore di ShipMag e moderatore dell’evento Vito de Ceglia, a tracciare la rotta: “Ci sono temi importanti: a cominciare dal superamento del famoso articolo 18 comma 7. E’ superato dai fatti, prima ancora che per gli aspetti tecnico giuridici”. E’ una delle priorità di Assiterminal insieme al futuro dell’associazione: “Sono sorte associazioni che si radunano attorno a un solo player o poco di più. Così facendo però si perde lo scopo stesso dell’associazione che è di carattere generale. Per questo noi abbiamo deciso di aprire un percorso con Assologistica e spero che nelle prossime settimane si possa annunciare la soluzione che abbiamo trovato”.

Becce sottolinea ancora come i grandi gruppi “considerino i terminal come un centro di costo” e pone l’accento sullo sbarco a terra dei grandi gruppi armatoriali, alludendo tra gli altri, senza citarlo esplicitamente, al colosso MSC.

Sulle tasse che l’Europa vuole imporre ai porti italiani, il presidente di Assiterminal annuncia “sostegno al ricorso del governo, ma siamo rammaricati che si sia arrivati a dirimere una questione politica con uno strumento giuridico. Dovevamo agire prima”.