Energia e Ambiente Shipping e Logistica

E’ giapponese la prima nave al mondo alimentata a pellet di legno: ecco come funzionerà

La bioship sarà in funzione entro il 2029 e ridurrà di almeno il 22% le emissioni di carbonio rispetto alle navi tradizionali

Tokyo – La compagnia K Line (Nyk), Nyk Bulk & Projects Carriers, il cantiere navale Tsuneishi e il gruppo britannico specializzato in energie rinnovabili Drax hanno firmato un accordo per sviluppare sia la prima nave a biomassa (bioship) al mondo che la tecnologia che potrebbe alimentarla.

La biomassa sta giocando un ruolo crescente nella transizione del Giappone dalla produzione di energia da combustibili fossili a basse emissioni di carbonio e elettricità rinnovabile, e la domanda del paese di pellet, proveniente principalmente dal Nord America e composta da segherie e residui forestali, è in aumento.

Drax produce pellet sia nel sud che in Canada. L’azienda ha un rapporto di lunga data con Nbp che trasporta il suo pellet in Giappone.

Attraverso il memorandum, che è stato firmato presso l’ambasciata britannica a Tokyo, le aziende condurranno inizialmente ricerche per sviluppare la nuova tecnologia di spedizione e un impianto di combustibile a biomassa di bordo. Le quattro società stanno esplorando come altre tecnologie rinnovabili potrebbero essere utilizzate per ridurre sia le emissioni che i costi del carburante della biomassa marittima.

L’impianto di combustibile a biomassa userebbe un gassificatore per bruciare la biomassa ad alte temperature e creare e contenere gas, tra cui monossido di carbonio, idrogeno e metano. Questi gas verrebbero quindi utilizzati per alimentare un generatore che potrebbe spingere la nave (la ‘bioship’) e anche fornire una parte della sua potenza interna.

L’installazione di un impianto a biomassa potrebbe vedere una riduzione del 22% delle emissioni di carbonio rispetto all’uso di combustibili fossili. Se questo sviluppo avrà successo, le aziende studieranno congiuntamente la possibilità di costruire una bioship entro la fine del 2029.