cantieri Cantieri&Difesa

Cantieri navali Daewoo, lo spezzatino dell’azienda preoccupa i lavoratori

“La privatizzazione è una questione che riguarda la sopravvivenza di ogni unità del gruppo e può avere successo solo quando si basa sul consenso di tutti”

Seul – I lavoratori della Daewoo Shipbuilding & Marine Engineering (DSME) espresso preoccupazione per la possibilità che la società venga divisa in più unità per facilitarne la vendita.

Dopo il recente sciopero dei subappaltatori durato 51 giorni, il “divide and sell” si sta rivelando il piano di privatizzazione più fattibile per DSME secondo il maggiore azionista, la Korea Development Bank.

“Ora è il momento di fare di tutto per riportare l’azienda alla normalità, ma alcuni estranei stanno cercando di influenzarne la gestione”, denunciano i lavoratori, aggiungendo: “Le divisioni speciali e mercantili dell’azienda non possono essere divise e il maggiore azionista è già ben consapevole di questo fatto”.

“La privatizzazione è una questione che riguarda la sopravvivenza di ogni unità del gruppo e può avere successo solo quando si basa sul consenso di tutti”, dicono i lavoratori, chiedendo alla banca e alla direzione di aprire un tavolo sul futuro dell’azienda.