Porti e Infrastrutture

Caos nel porto di Civitavecchia: Roberta Macii si dimette da segretario generale

Civitavecchia – Dimissioni in vista per il segretario generale dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, Roberta Macii. La notizia è iniziata a circolare nella giornata di ieri, ma la decisione di Macii risale a venerdì quando il segretario generale, a 4 mesi dalla scadenza del mandato del presidente Francesco Maria di Majo, avrebbe rassegnato le dimissioni per “giusta causa”, il condizionale è d’obbligo perché tutte le bocche sono ancora oggi rigorosamente cucite. In una lettera, ancora top secret, la Macii avrebbe infatti spiegato i motivi della decisione, riservandosi ulteriori azioni di rivalsa nei confronti dell’ente.

Che i rapporti tra il presidente e il segretario, nominato a maggio del 2017, non fossero idilliaci, era emerso quasi all’inizio del mandato di Macii. Oltre un anno fa la manager toscana aveva infatti avuto uno scontro frontale con il numero uno dell’ente e venne difesa dalle principali imprese del porto con una lettera congiunta in cui ribadirono la fiducia nel suo operato. A condizionare la scelta delle ultime ore potrebbero anche aver pesato alcune indagini che la vedono protagonista, come ad esempio quella di “peculato d’uso” per aver utilizzato l’auto di servizio per spostamenti privati. Accusa per la quale la stessa Macii nei giorni scorsi si è recata negli uffici della Polizia di frontiera per rendere dichiarazioni spontanee sull’accaduto. 

Al netto delle indagini, sembra quasi certo che la decisione del segretario sia arrivata dopo le numerose tensioni accumulate nei mesi scorsi con il presidente a causa di divergenze di opinioni su diversi argomenti sensibili che riguardano il futuro del porto. Ora le dimissioni dovranno essere sottoposte al Comitato di gestione, che avrebbe appreso la notizia solo dalla stampa.