Cargo

Carico secco, in crescita il mercato dell’usato

Milano – Con la tendenza al rialzo del mercato del trasporto marittimo di rinfuse secche, anche il volume degli scambi di navi usate è aumentato in modo significativo, principalmente per le navi di grandi dimensioni come Capesize e Panamax, mentre la domanda di piccole navi è diminuita in percentuale pesante. L’ultimo rapporto settimanale di Intermodal mostra che l’indice BDI è aumentato rapidamente a giugno, passando da 500 a 1800 punti, il che ha avuto un impatto significativo sul mercato del commercio di navi usate.

Secondo l’operatore George Iliopoulos “rispetto a marzo-aprile, il volume delle transazioni di navi usate è aumentato notevolmente a giugno e il valore patrimoniale delle grandi navi è cresciuto, non solo a causa dei noli di Panamax e dei passaggi a Capo di Nuova Speranza. L’aumento è anche dovuto al fatto che molti acquirenti sono desiderosi di acquistare navi usate”.

Iliopoulos ha sottolineato che il settore più colpito dall’epidemia è il prezzo di transazione dell’usato di piccola stazza. Una nave di seconda mano di 10 anni con una dimensione di oltre 30.000 tonnellate di stazza lorda è valutata circa 5,5 milioni di dollari USA. Tuttavia, per lo stesso tipo di navi giapponesi che hanno superato ispezioni speciali e riparazioni in bacino, il prezzo di vendita è di circa 7 milioni di dollari USA. Di recente, Nisshin Shipping ha venduto due navi da 38.000 DWT costruite nel 2014 per 12,5 milioni. Ciò dimostra che l’andamento dei prezzi di trading delle Handysize è diverso dagli altri tipi di nave.