Crociere

Carnival, in arrivo un altro prestito da 3 miliardi

Miami – Carnival ha preso in prestito altri 2,8 miliardi di dollari. L’operazione che serve per far fronte a questo periodo difficile, si concluderà il 30 giugno. Si tratta dell’ennesima linea di credito attivata dalle compagnie per rimanere a galla nella crisi del covid, messa in campo da tutti i big delle crociere.

Carnival aveva annunciato perdite nel primo trimestre pari a 4,4 miliardi di dollari.

Pochi giorni fa l’agenzia di rating Standard & Poor’s aveva declassato le obbligazioni di Carnival Corp a “titoli spazzatura”, prevedendo una domanda debole per il settore delle crociere colpito dalla pandemia di Covid-19. Standard & Poor’s, come aveva annunaciato Reuters, aveva ridotto il suo rating sulle obbligazioni garantite del più grande operatore cruise del mondo a “BB+” da “BBB-” e le sue obbligazioni non garantite a “BB-” da “BBB-”. Entrambi sono ora considerati come obbligazioni non “investment grade” o junk bonds (spazzatura). Anche il rating creditizio complessivo di Carnival è stato abbassato a “BB-” da “BBB-“.