Crociere e Traghetti

Cercasi disperatamente un porto dove attraccare, lo strano caso della Crystal Serenity

Tutto nasce dai problemi della Genting, nel porto di Aruba è stato vietato lo sbarco dei passeggeri

Roma – Forse in queste ore potrebbe trovare finalmente il posto, pardon il porto, giusto a Bimini alle Bahamas dove far sbarcare finalmente i passeggeri, ma in questa storia il lieto fine non ci può essere. E’ stata un’odissea per la Crystal Serenity che fa parte della famiglia della Crystal Cruises. Tutto nasce dai problemi della casa madre Genting che ha presentato istanza di liquidazione all’inizio di gennaio. Sospese le attività commerciali ma c’era la Serenity già in navigazione. E qui inizia l’avventura scandita da problemi, disagi e la mancanza di poter sbarcare sabato scorsa ad Aruba dove era stato programmato la discesa dei passeggeri. Negato l’ingresso in porto per i guai della Genting ma “avevamo pagato tutti i servizi in anticipo”, hanno spiegato dalla Crystal Cruise mentre cercavano di ottenere il via libera dai funzionari dello scalo di Aruba. Adesso la soluzione si chiama Bimini, lo scalo avrebbe dato la disponibilità ad accogliere Crystal Serenity: i passeggeri sbarcheranno in quel porto e saliranno a bordo di un traghetto per Fort Lauderdale.