Cargo Logistica Porti

CMA CGM: utile netto record a 2,1 miliardi di dollari nel primo trimestre

Marsiglia – La compagnia francese CMA CGM, il terzo vettore marittimo più grande al mondo nel trasporto di container, ha chiuso il primo trimestre 2021 con un utile netto di 2,1 miliardi di dollari (+3.658,5%) e ricavi pari a 10,7 miliardi, valore mai raggiunto in passato e in aumento di quasi il 50% rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Risultato così suddiviso: 8,6 miliardi derivanti dall’attività di trasporto marittimo dei container (+57,4%) e 2,1 miliardi dalle attività logistiche operate dal gruppo francese (+25,0%).

L’EBITDA è stato di 3,2 miliardi di dollari, un risultato record realizzato con un contributo di 29,7 miliardi dallo shipping containerizzato (+273,4%) e di 171,7 milioni dalle attività logistiche (+25,5%). Anche l’utile operativo ha raggiunto un valore record attestandosi a 2,46 miliardi di dollari (+544,5), con un contributo di 2,42 miliardi dall’attività di trasporto marittimo containerizzato (+795,3%) e di 39,4 milioni dalle attività logistiche (+1.541,7%).

Nei primi tre mesi del 2021 la flotta di navi del gruppo ha trasportato carichi containerizzati per un totale pari a 5,46 milioni di Teu, +10,7% sul corrispondente periodo dello scorso anno. Nel frattempo, CMA CGM ha continuato a fare investimenti per rafforzare e aggiornare gli asset con 22 navi ordinate al gruppo navalmeccanico cinese CSSC, di cui sei da 15.000 Teu, sei della capacità di 13.000 Teu e dieci da 5.500 Teu che saranno prese in consegna nel 2023 e 2024 , di cui 12 alimentate a gas naturale liquefatto. Al 31 marzo scorso la compagnia aveva una flotta costituita da 563 navi, nel giro dei prossimi 3 anni, CMA CGM opererà con 44 navi alimentate a GNL, la più grande del settore marittimo.

“In un momento in cui le supply chains globali sono sotto forte pressione, ci siamo impegnati per fornire ai nostri clienti soluzioni aggiuntive – ha commentato Rodolphe Saadé, presidente e amministratore delegato del gruppo CMA CGM -. Abbiamo ampliato la nostra flotta, in particolare con l’aggiunta di nuove navi da 23.000 Teu alimentate a GNL. Abbiamo anche creato una nuova divisione di trasporto aereo con quattro Airbus A330-200 full cargo, rafforzando così la nostra gamma di soluzioni smart e flessibili”.

Saadé ha aggiunto: “In questo contesto, la complementarietà tra la nostra offerta di trasporto marittimo e le soluzioni logistiche offerte dalla nostra controllata CEVA Logistics si è rivelata particolarmente rilevante. La domanda sostenuta per il trasporto di beni di consumo dovrebbe continuare per tutto l’anno. CMA CGM continuerà a sviluppare le proprie soluzioni per i propri clienti, pur mantenendo le proprie iniziative a sostegno della transizione energetica del settore dei trasporti e della logistica”.

Guardando al futuro, CMA CGM vede il commercio internazionale rimanere “vivace” fino alla seconda metà dell’anno. “La domanda sostenuta per la spedizione di beni di consumo partita nell’estate del 2020 dovrebbe continuare nella seconda metà del 2021. Per questo motivo, prevediamo di raggiungere almeno gli stessi risultati del primo trimestre 2021 anche nel secondo”, ha affermato Saadé.