Porti

Civitavecchia, ok alla prima variazione di bilancio 2021 dell’AdSP

Con l’accantonamento di circa 89.000 euro è stata garantita la continuità aziendale di Pas, interamente partecipata dall’Authority.

Civitavecchia – Il Comitato di gestione ha approvato oggi la prima variazione del bilancio di previsione 2021 dell’AdSP, che prevede peraltro l’accantonamento di circa 89.000 euro, che consentono di mettere in sicurezza i conti della società PAS, interamente partecipata dall’ente, che aveva visto deteriorato il proprio capitale sociale, a causa del risultato del bilancio di esercizio 2020.  “Si rende così stabile la situazione finanziaria della società e si garantisce a PAS la necessaria continuità aziendale”, puntualizza l’AdSP in una nota.   

In più, con la nomina del nuovo amministratore unicoRenato Calabrese da parte del socio rappresentato dal presidente dell’AdSP Pino Musolino, si apre per PAS una fase nuova.   

“Fin dal mio arrivo – dichiara il presidente Musolino – l’attenzione verso la risoluzione degli annosi problemi che affliggono questo ente è stata massima. Massimo è stato anche l’impegno per far quadrare i conti e per introdurre una volta per tutte principi moderni di sana e buona amministrazione. Oggi, grazie anche al grande impegno della struttura, in particolare del Segretario Generale dottor Paolo Risso, che mi sento personalmente di ringraziare per il lavoro svolto, possiamo affermare con ragionevole certezza di aver fatto chiarezza, aver fatto emergere dalle nebbie le questioni amministrative e contabili relative a PAS e soprattutto – questione che a me e alla mia amministrazione era ed è particolarmente cara – aver salvaguardato il futuro occupazionale di 65 lavoratori e quindi la stabilità e il benessere delle loro famiglie”.  

Nel frattempo, prosegue il lavoro di verifica sull’operato degli amministratori della società, con particolare riferimento a decisioni e fatti relativi al 2020 e all’inizio del 2021, che hanno determinato l’attuale situazione,  a cui con estrema urgenza e grande impegno l’AdSP è stata chiamata a porre rimedio.