Cargo

Comandante italiano morto a bordo: la portacontainer sta facendo rotta per l’Italia dopo il rifiuto dei porti asiatici

Milano – La nave portacontainer battente bandiera italiana Ital Libera ha lasciato Jakarta il 27 maggio, dopo essere rimasta bloccata in quel porto dal 19 aprile, e sta adesso tornando in Europa, in Italia, per sbarcare il corpo del comandante Angelo Capurro (61 anni).

La nave non è riuscita sbarcare il corpo dell’ufficiale perchè diversi porti in Asia hanno rifiutato di farse carico. La vedova di Capurro aveva recentemente lanciato un appello.

L’uomo probabilmente è morto di covid e altri 5 membri dell’equipaggio sono stati trovati positivi al test.

Le autorità indonesiane, nonostante l’isolamento dell’ancoraggio durato 45 giorni, hanno rifiutato di accettare il corpo del capitano e quindi l’operatore della nave, Hapag-Lloyd, non ha avuto altra scelta se non quella di reindirizzare la portacontainer verso l’Europa e dichiarare una forza maggiore.