Lavoro Traghetti

“Contratto di lavoro a rischio”: sciopero di 24 ore dei marittimi greci

Atene – “Con la chiusura formale della stagione estiva, le compagnie di navigazione si sono messe in moto per dismettere la maggior parte delle loro navi e lo spettro di disoccupazione è presente in modo minaccioso”: con questa motivazione l’Unione panellenica dei marittimi mercantili (Penen) ha motivato lo sciopero di 24 ore proclamato per il prossimo 24 settembre nell’intera area geografica del Pireo.

L’Associazione accusa gli armatori di “sfruttamento della crisi sanitaria” e denuncia che, dopo il recente emendamento del ministero della Navigazione in Parlamento, “si stia tendando l’abolizione del Contratto collettivo di lavoro in mare. Purtroppo la strada è spalancata affinché questo cambiamento anti-lavoratori si estenda a tutte le categorie di navi ea tutti i marittimi”.

Secondo il sindacato greco, i problemi a bordo delle navi non sono affatto diminuiti nel periodo estivo. “Siamo in costante contatto con gli equipaggi, che quotidianamente ci informano sulle problematiche anche gravi che stanno affrontando sulle navi in tutto il mondo”.