Crociere

Costa Smeralda, i test molecolari sui passeggeri francesi ritardano la partenza

Palacrociere Savona controlli

Savona – Nessun caso di contagio, ma forti ritardi nelle procedure di imbarco a causa della nutrita presenza di passeggeri stranieri, soprattutto francesi. La Costa Smeralda, al suo primo viaggio post-lockdown, ha lasciato Savona ieri sera con tre ore abbondanti di ritardo sulla tabella di marcia. Fra i cinquecento crocieristi erano presenti, infatti, gruppi di stranieri provenienti da aree considerate a maggior rischio: Costa Crociere ha preferito approfondire i controlli optando per il tampone molecolare, i cui risultati richiedono una tempistica più lunga. Come racconta Il Secolo XIX in edicola, la procedura è scattata nei confronti di francesi residenti in “zone rosse”.

La Francia ieri ha registrato un’impennata dei casi di Covid-19: 26.896 persone sono risultate positive. Il tasso di positività sui test effettuati è balzato all’11%. E il numero dei morti aumenta è di 54 per un totale di 32.684. Ma la situazioneè allarmante ovunque. Un nuovo record storico di contagi da Coronavirus è stato registrato in Russia: nelle ultime 24 ore sono stati accertati 13.634 casi e 149 morti. Lo ha riferito il Centro operativo nazionale per la lotta al Covid, mentre secondo un calcolo dell’agenzia di stampa Sputnik oltre 4.500 contagi sono stati registrati da ieri nella sola area metropolitana di Mosca. Sale così a 1.298.718 il numero di casi in Russia, mentre le vittime sono 22.597. Timori anche nel Regno Unito, che ha raggiunto un «punto di non ritorno» nella pandemia da Coronavirus, simile a quello di marzo, e nelle prossime settimane, oltre all’aumento dei casi, ci sarà un aumento delle morti: lo ha detto il professor Jonathan Van-Tam, vice direttore sanitario per l’Inghilterra, citato dalla Bbc. Per Van-Tam, «la stagione ci è avversa» e il Paese si imbatterà in «venti contrari» prima dell’inverno.

E in Italia? «La pandemia è ancora in corso. La curva epidemiologica proprio in questi ultimi giorni sta segnando un innalzamento dei contagi. Dobbiamo per questo mantenere altissima la soglia dell’attenzione e continuare a essere rigorosi nei nostri comportamenti» ha scritto il premier Giuseppe Conte in un intervento pubblicato sul Riformista in edicola lunedì. «Non possiamo abbassare la guardia e abbandonarci alla tentazione di allentare l’impegno per contrastare il Covid. Dobbiamo continuare a mantenere solida la convinzione che è impossibile tutelare il motore della nostra economia senza prima salvaguardare la salute e la sicurezza dei cittadini», sottolinea il premier.