Crociere e Traghetti

Crociere a Venezia, passo in avanti verso il dragaggio di accesso alla stazione marittima

E’ stato aggiudicato il contratto per la progettazione dell’intervento

Venezia – “Vogliamo offrire alla città la soluzione tecnicamente più completa perché l’equilibrio fra ambiente e portualità è ormai da tempo il nostro punto di riferimento”. Così Fulvio Lino Di Blasio, commissario straordinario per le crociere a Venezia, ha commentato l’aggiudicazione del contratto per la progettazione dell’intervento di dragaggio di accesso alla stazione marittima. Diverse le proposte arrivate alla struttura commissariale, la scelta della commissione, presieduta da Di Blasio (nella foto) e composta da diversi esperti, è ricaduta sull’associazione temporanea di imprese costituita dalle società di ingegneria “Proger Aqua – Consorzio Stabile” e “Hmr Ambiente S.r.l.”.

Previsto un investimento di 21 milioni di euro per rimuovere il volume di sedimenti che è superiore a 650mila metri cubi. Entro settembre 2024 verrà quindi sottoposta alla commissione VIA la documentazione necessaria e poi, dopo il parere, verrà avviata la redazione della progettazione definitiva-esecutiva.

“L’aggiudicazione ha identificato un raggruppamento di aziende cui è stato assegnato il miglior punteggio tecnico, pur in presenza di un ribasso economico inferiore ad altre offerte”- continua Di Blasio– “Pur trattandosi di attività ordinarie come l’escavo manutentivo per riportare un canale portuale alle quote previste da piano regolatore portuale vigente ed esistenti in passato, l’opera prevede la redazione di contenuti necessari per essere sottoposte alla procedura di V.I.A. e V.I.N.C.A. Inoltre, il progetto si integra con altre attività in corso da parte dell’Adsp che riguardano l’area della attuale stazione marittima con particolare riferimento alla realizzazione di impianti di “cold ironing” per permettere la fornitura elettrica alle navi da terra in modo che non utilizzino le navi i motori in fase di ormeggio.”