Crociere Lavoro Porti

Crociere in Croazia, calo dell’87% rispetto ai primi sette mesi del 2019

Solo a Dubrovnik 35 scali di navi da gennaio a luglio, diminuiscono vertiginosamente anche i passeggeri

Genova – L’industria crocieristica della Croazia sta pagando un prezzo pesante per il Covid, è stato un 2021 infatti con un calo pesantissimo rispetto ai primi sette mesi del 2019.

Dall’inizio dell’anno fino allo scorso fine luglio, nel porto di Dubrovnik sono stati registrati 35 scali di navi da crociera. Per far capire meglio la situazione è sufficiente pensare che in tutta la Croazia complessivamente sono stati 49, compresi quelli di Dubrovnik dove invece quest’estate il turismo ha avuto un trend sorprendentemente positivo. 

Per fare un confronto ancora più ampio rispetto ai primi sette mesi del 2019, il numero di viaggi di navi straniere in crociera in Croazia è calato quasi dell’87% mentre  il dato dei passeggeri a bordo fa segnare una diminuzione vertiginosa intorno al 94%