Crociere e Traghetti

Taranto prepara la nuova stagione crocieristica dopo la crescita del 2023

Intervista al presidente dell’Adsp del Mar Ionio, Sergio Prete, per fare il punto sulla nuova stagione delle crociere del porto pugliese.

“La stagione crocieristica del 2023, nel porto di Taranto, ha fatto registrare numeri sempre maggiori, con una crescita del +27% rispetto all’anno precedente. Un risultato che ci ha consegnato una panoramica totalmente nuova per il futuro dello scalo”. Sergio Prete, presidente dell’Adsp del Mar Ionio, parte da qui per valutare le attività del traffico crociere del porto pugliese. Attività che si muovono in armonia con un territorio che del turismo ha fatto un marchio di qualità e di grande afflusso economico, sapendo coniugare natura, accoglienza e divertimento.

Nel 2023 i passeggeri movimentati nel porto di Taranto sono stati 138.548 con 72.536 tra imbarchi e sbarchi, ed è stato un anno importante anche perché ha visto registrare la partnership strategica tra il porto e un big del settore come Costa Crociere. L’azienda, tra i leader assoluti del comparto, ha segnato 19 scali di Costa Pacifica tra giugno e ottobre. Ma il 2024 potrebbe rivelarsi un anno ancora più improntato all’accoglienza dei passeggeri delle navi da crociera. La conferma della collaborazione con Costa si traduce nello scalo, sempre a Taranto, di Costa Fascinosa, che ha un calendario di 16 scali in città per un traffico di circa 3.000 passeggeri alla volta. Ma oltre a Costa, tra aprile e ottobre sono previsti 45 accosti di nove diverse linee, fra cui Tui, Oceania, P&O e Marella Cruises”.

Numeri e progetti che spingono Taranto quindi verso una conferma sempre più rilevante nel panorama crocieristico italiano. “A Taranto, città dei due mari, i passeggeri possono scoprire un ventaglio di attrazioni, dalle spiagge del Salento, perfetta meta estiva, alle meraviglie archeologiche della capitale della Magna Grecia conservate nel Museo Archeologico MarTa, agli incantevoli borghi della provincia di Taranto, immersi nel cuore della Valle d’Itria”, racconta Prete.

Le novità del 2024

“La novità del 2024 è la presenza di 4 nuove compagnie: Azamara, Oceania, SeaDream Yacht Club e Ritz Carlton Yacht Collection, appartenenti alla fascia luxury. Gli scali crocieristici sono una grande opportunità per il territorio ionico di mettere “in vetrina” le proprie eccellenze per un pubblico internazionale, con l’obiettivo di una crescita sostenibile nel settore turistico e culturale. In tal senso le istituzioni sono compatte nella collaborazione con lo scopo di sostenere tale traffico”. Tra i maiden call del 2024 spiccano quello della Evrima, la nave-resort di Ritz-Carlton Yacht Collection, e Vista, il “gioiello” di Oceania Cruises, varata nel 2023, appartenente alla società armatrice Oceania Cruises, brand di Norwegian Cruise Line Holdings Ltd. Il primo scalo della stagione sarà effettuato dalla Azamara Pursuit il 17 aprile.

“Siamo molto orgogliosi di questi recenti risultati, ma sono solo il primo tassello di una più ampia strategia di accoglienza delle navi da crociera nei nostri mari e nei nostri porti. Uno strumento di crescita del turismo, che, grazie ai tanti progetti di sostenibilità del porto, sarà sempre di più di carattere “green””. 

I progetti green avviati includono la realizzazione di 3 impianti di cold ironing, i cui lavori di progettazione esecutiva e realizzazione sono stati recentemente affidati dall’AdspMI. L’obiettivo è incoraggiare la riduzione dell’uso dei motori ausiliari di bordo delle navi da crociera per l’autoproduzione dell’energia elettrica necessaria, e contrastare le emissioni di anidride carbonica, ossidi di azoto e polveri sottili, nonché ridurre l’impatto acustico. Gli impianti verranno realizzati presso le banchine pubbliche, il Molo Polisettoriale e il pontile Eni.

Destination of the Year

Prove del trend positivo che la destinazione Taranto sta registrando sono emerse anche in occasione dell’edizione 2024 del Seatrade Cruise Global di Miami, cui il porto di Taranto ha preso parte dall’8 all’11 aprile presentando Taranto come porta d’accesso alle principali attrazioni dell’arco jonico e magno-greco e ai patrimoni Unesco di Puglia e Basilicata. 

Quella appena conclusasi è, infatti, stata un’edizione di particolare successo per la destinazione jonica che si conferma meta di forte appeal dell’area East-Med. I numerosi incontri avuti dall’Authority – in sinergia con la Taranto Cruise Port – con le cruise lines presenti a Miami hanno confermato il crescente interesse verso i servizi e le facilities dello scalo. Taranto – già Destination of the Year 2022 nel contesto dei prestigiosi Seatrade Cruise Awards di Malaga – risulta essere sempre più apprezzata come meta crocieristica dal carattere autentico, le cui bellezze territoriali completano un’offerta esclusiva principalmente orientata verso un turismo esperienziale in grado di collocare il cruise port in nuovi itinerari del Mediterraneo.