Cantieri Navali

Da Vard (Fincantieri) una fishery avanzata per la norvegese Havbryn As

La nave, lunga 80,4 metri e larga 16,7, consentirà operazioni di pesca efficienti e sostenibili

Trieste – Vard, controllata norvegese del gruppo Fincantieri e fra le prime società al mondo nella realizzazione di navi speciali, progetterà e costruirà un’unità fishery per la società norvegese Havbryn As, parte di Strand Rederiet, una delle maggiori aziende norvegesi a conduzione familiare attive nel settore della pesca. La nuova unità, spiega una nota, “si baserà sul design Vard 8 02, dotato di tecnologie all’avanguardia in termini di efficienza dei consumi e rispetto dell’ambiente. Con un’attenzione particolare alla qualità del pescato, alla sicurezza dell’equipaggio e alle operazioni sostenibili, disporrà della tecnologia più efficiente per portare a terra il pescato con impatto ambientale minimo.
La nave sarà lunga 80,4 metri e larga 16,7, con uno scafo rinforzato per la navigazione in presenza di ghiaccio e un sistema di propulsione conforme agli standard Dnv Silent F. Comprenderà un avanzato impianto di lavorazione del pescato, ampie stive di carico per prodotti refrigerati e congelati e serbatoi di insilaggio per la lavorazione della biomassa. Per l’equipaggio sono previsti alloggi moderni, spazi pubblici ampi, una palestra e cabine silenziose. La nave incorporerà il sistema di accumulo di energia SeaQ di Vard Electro, “migliorando l’efficienza energetica e riducendo le emissioni grazie a un sistema di propulsione ibrido diesel-elettrico”.
La consegna della nuova unità fishery è prevista per il terzo trimestre del 2026. Lo scafo sarà costruito in uno dei cantieri Vard in Romania, mentre l’allestimento e la messa in servizio saranno completati in Norvegia.