Lavoro Porti Primo Piano

Decreto Trasporti, dai ristori alle imprese alla riduzione dei canoni: il punto della situazione

A che punto è la discussione del Decreto Trasporti? Quali norme saranno convertite in legge e quali saranno rinviate? L’analisi della redazione di ShipMag

Norme che saranno convertite in Legge e che NON sono state emendate poiché già presenti nell’articolato del Decreto Legge:

  • Soldi alle Adsp

L’articolo 4, comma 5 lett. b del DL 121 /2021 dispone, in pratica, l’erogazione del fondo di cui all’art. 199, comma 10 bis del DL 34/2020 convertito con modificazioni dalla Legge 77/2020, senza incorrere negli Aiuti di Statoè Le disponibilità del fondo, nel limite di 5 milioni di euro per l’anno 2020 e nel limite di 63 milioni di  euro  per  l’anno 2021, sono destinate a compensare, anche parzialmente, le Autorità di sistema portuale dei mancati introiti,  in  particolare  derivanti dai diritti di porto, dovuti al calo del traffico  dei  passeggeri  e dei crocieristi.

Il Decreto ministeriale di spartizione delle somme del fondo de quo è già in fase di approvazione al MIMS e verrà allegato alla Legge di conversione

  • Indennizzi economici alle imprese 16, 18, stazioni marittime passeggieri e crocieristiche

L’articolo 4, comma 5 lett. d del DL 121/2021 aggiunge il comma 10 sexies all’articolo 199 del DL 34/2020 convertito con modificazioni dalla Legge 77/2020 è Dispone che i residui economici del fondo, ex art. 199 comma 7 lett.a del DL 34/2020 convertito con modificazioni dalla Legge 77/2020, vadano erogati come titolo di indennizzo economico alle imprese portuali 16, ai terminalisti 18, alle stazioni marittime passeggeri e crocieristiche.

Norme che saranno convertite in Legge e che SONO state emendate:

  • Proroga fino al 31 dicembre 2021 della riduzione dei canoni concessori
  • Stanziamento di 10 milioni di euro per il Fondo vittime dell’amianto a cui possono accedere anche le AdSP soccombenti in sentenze esecutive, o comunque parti debitrici in verbali di conciliazione giudiziale, aventi ad oggetto risarcimenti liquidati in favore degli eredi delle vittime.
  • Modifiche e semplificazioni di iter amministrativo per la programmazione e realizzazione   delle opere portuali (all’ art 5 della legge 84/94)
  • Ulteriore contributo di 1 milione di euro per l’anno 2021, in relazione alle giornate prestate in meno nell’anno 2020 rispetto al 2019 per la CULMV di Genova da aggiungersi a quelli già previsti dall’199, comma 1, lett. b del DL 34/2020 convertito con modificazioni dalla Legge 77/2020.

Proposte normative che sono state respinte dal Governo in fase di emendamento in commissione ma che verranno riproposte nella prima finestra legislativa utile.

  • Limite di età per accedere ai concorsi per i piloti dei porti

La proposta normativa, avrebbe integrato l’articolo 95 del Codice della Navigazione introducendo il limite minimo di 28 anni e massimo di 45 anni di età per accedere al concorso dei piloti del porto.

  • Modifica dei rapporti concessori

Si andava a prevedere una possibile modifica nei rapporti concessori, compatibilmente con il diritto dell’Unione europea, ove ne ricorrano le condizioni per le concessioni di cui all’art 36 codice della navigazione e degli articoli 6 e 18 della legge 28 gennaio 1994, n. 84, al fine di tenere conto degli effetti derivanti dagli eventi imprevedibili, ivi inclusa l’emergenza epidemiologica COVID-19, nonché dalla necessità di eseguire lavori aggiuntivi necessari per l’esercizio dell’infrastruttura.

Proposte normative che sono state respinte dal Governo in fase di emendamento in commissione ma che verranno riproposte nella Legge di Bilancio 2022.

  • Proroga dei contributi dei 90 euro per le Compagnie Portuale e le imprese 16 nel ciclo ex art. 18 comma 7

Proroga per i primi sei mesi del 2022 dei contributi di cui all’art 199, comma 1, lett.b del DL 34/2020 convertito con modificazioni dalla Legge 77/2020 è Contributi per le Compagnie Portuali e le imprese portuali operanti nel ciclo ex art. 18 comma 7 l.n. 84/94

N.B.:  Tale proposta normativa verrà ripresentata nella Legge di Bilancio 2022.

  • Fondo anticipata quiescenza per gli artt. 16 e 18

Fondo per anticipata quiescenza per i lavoratori portuali delle imprese artt. 16 e 18 l.n. 84/94, anche collegato all’accordo per il rinnovo del CCNL dei porti.

N.B.:  Tale proposta normativa verrà ripresentata nella Legge di Bilancio 2022.