Crociere e Traghetti

Dfds investe un miliardo per sviluppare la flotta elettrica

La compagnia ordinerà sei traghetti a batterie. Il primo entrerà in servizio nel 2030

Dover – La compagnia Dfds prevede di investire un miliardo di euro nello sviluppo di sei navi elettriche dotate di batterie. Dfds prevede di impiegare queste unità nel suo traffico nel Canale della Manica per coprire le rotte ro-ro tra Dunkerque e Dover, nonché tra Calais e Dover.

Più nel dettaglio, si prevede che le prime due navi elettriche inizieranno a operare nel 2030, mentre le restanti quattro entreranno in servizio entro il 2035. Secondo l’armatore “l’iniziativa migliorerà la sostenibilità di questi servizi, sfruttando la breve distanza tra il Regno Unito e la Francia, fattore chiave per l’utilizzo dei traghetti elettrici”.

Dfds stima che l’elettrificazione della sua flotta nel canale sarà un passo importante verso il raggiungimento dei suoi obiettivi di sostenibilità in uno dei corridoi marittimi più trafficati del mondo. Per il successo di questo progetto, tuttavia, la compagnia di navigazione “richiede lo sviluppo delle infrastrutture di ricarica nei porti”.