Lavoro

Donne Pilota in mare, sono due in Italia. La storia di Teresa e Roberta a ShipMag traccia una nuova rotta

Dalla Sicilia a Venezia, in mare da quasi  vent’anni: “Con passione e cuore”

Roma – “E’ una vocazione”, racconta Teresa Matarese, in prima linea da 24 anni in mare e poi operativa ad Augusta da quando ha compiuto 28 anni. La sua storia si incrocia con quella di Roberta Coppa, dal 2004 protagonista  a Venezia.  Sono legate dallo stesso destino professionale, sono piloti in mare: le uniche due donne in tutta Italia. A Shipmag, l’8 marzo, festa della donna, spiegano cosa si prova a essere donne al comando in un settore dove prevalgono gli uomini. Un messaggio forte per tutto il comparto marittimo.

“Ho iniziato a manovrare da piccolina – spiega Teresa -mio padre era comandante. E’ una passione che avevo dentro, poi nel corso degli anni sono riuscita a migliorare quel talento che avevo dentro di me: le manovre in mare sono un’arte”. Per Roberta l’inizio è diverso, nessuna tradizione in famiglia: “Ho vissuto tanti anni in Liguria e ho scoperto questa professione: poi a Venezia ho fatto il concorso ed è iniziata l’avventura”. Famiglia e lavoro, c’è da trovare l’alchimia perfetta con una professione come quella di pilota “dove non ci sono orari ma noi siamo simili ai dottori: se c’è un problema dobbiamo rispondere presente, è un lavoro dove ci vuole una dedizione assoluta.  Verso questa professione ho il massimo rispetto e non voglio che il fatto di essere donna possa essere oggetto di problemi per i miei colleghi”, prosegue Teresa. Ci vuole cuore e anima: “E’ un lavoro difficile sia mentalmente che fisicamente, penso ad esempio alle manovre a Venezia che sono molte complicate tra nebbia, correnti e il canale dove servono diverse ore per navigarlo”, aggiunge Roberta.   Pilota e le donne, quale sarà il futuro ? “Non credo che si debba ragionare in quest’ottica, fare il pilota non è per tutti: ben vengano le donne ma chi inizia questa carriera deve sapere quali sono i sacrifici da affrontare.”, conclude Teresa.