Energia e Ambiente

Dubois (DPAM): “Dall’idrogeno ottime possibilità di investimento”

“Crediamo che per gli investitori, e specialmente in campo azionario, un approccio basato sulla catena del valore possa identificare una varietà di opportunità d’investimento

Milano – “Se consideriamo il grande potenziale di sviluppo e utilizzo dell’idrogeno verde, sia in termini di tecnologia necessaria per la sua produzione, sia a livello di dimensioni del mercato, è possibile identificare varie opportunità d’investimento in più settori. Secondo le stime, la dimensione del mercato può raggiungere i 10 trilioni di dollari entro il 2050″.

Lo afferma Gerrit Dubois, Responsible Investment Specialist di DPAM. “Naturalmente – prosegue – ci sono beneficiari diretti, come i produttori di elettrolizzatori o altri fornitori di attrezzature dedicate, così come le aziende di gas industriali. Tuttavia, esistono anche significativi beneficiari indiretti, per esempio gli sviluppatori di energia rinnovabile, ma anche i produttori di fertilizzanti potrebbero beneficiare di un maggiore utilizzo dell’idrogeno, e la loro expertise nell’ammoniaca potrebbe tornare utile”.

“Crediamo che per gli investitori, e specialmente in campo azionario, un approccio basato sulla catena del valore possa identificare una varietà di opportunità d’investimento: dalla produzione in sé a quella delle attrezzature necessarie all’ottenimento di idrogeno, ai beneficiari del trasporto e dello stoccaggio, naturalmente tenendo sempre presente le diverse tempistiche”.

Conclude Dubois: “Al fine di ottenere un’esposizione diretta all’investimento, anche gli investimenti creditizi possono offrire possibilità interessanti. Pensiamo in questo caso all’aumento di obbligazioni legate alla sostenibilità e dei green bond con un focus specifico sullo sviluppo di idrogeno verde a livello produttivo, di utilizzo o di infrastrutture”.