Economia e Finanza Shipping e Logistica

Economie emergenti, la logistica cinese sempre in testa alla classifica

Nel 2023 la Cina ha aumentato il suo punteggio da 8,31 a 8,61 punti in una classifica che valuta la performance del mercato logistico a livello nazionale e internazionale

Pechino – Il mercato emergente con la migliore performance logistica nel 2023 è stata ancora una volta la Cina, nonostante un quadro globale che apparentemente non gioca più a suo favore. Lo conferma l’ultimo indice elaborato dalla società logistica kuwaitiana Agility, che colloca la Cina al primo posto fra i 50 mercati internazionali del settore che compaiono nella sua lista, ma senza mancare di descrivere un contesto che potrebbe far declinare l’egemonia del colosso asiatico.

Viene infatti descritta l’ipotesi che si generi “un disaccoppiamento e un allineamento Est contro Ovest” con movimenti di delocalizzazione produttiva e crescenti tensioni geopolitiche con rischi per la sicurezza della catena di fornitura. Agility traccia anche uno scenario in cui la Cina mantiene una posizione dominante nei collegamenti di fornitura con l’Est, ma con meno dialogo con l’Occidente. Il vicepresidente di Agility, Tarek Sultan, descrive questo scenario come “disastroso per le economie emergenti”.

Comunque sia, la Cina ha aumentato il suo punteggio da 8,31 a 8,61 punti in una classifica che valuta la performance del mercato logistico a livello nazionale e internazionale, considerando “la solidità del suo contesto imprenditoriale” e la penetrazione della digitalizzazione nelle aziende. Subito dietro c’è l’India, il principale concorrente, ma che ha visto il suo punteggio ridursi dai 7,43 punti ottenuti nel 2022 ai 7,21 del 2023.