Uncategorized

Emergenza Covid-19: Trump sospende i dazi sulle forniture mediche cinesi

Washington – L’ufficio di negoziazione commerciale della Casa Bianca ha assicurato agli importatori di forniture mediche statunitensi che non imporrà dazi su prodotti cinesi come ventilatori e maschere ad ossigeno durante la pandemia di Coronavirus (Covid-19). “Durante tutto il processo di della pandemia, gli Stati Uniti daranno la priorità alla salute e stanno prendendo ulteriori provvedimenti per raggiungere tale obiettivo”.

All’inizio del 2018, gli Usa avevano imposto dazi a seguito di un’indagine condotta ai sensi del Trade Act del 1974, che consente la valutazione dei azioni commerciali per contrastare le politiche e le pratiche “irragionevoli” di qualsiasi paese straniero colpevole di negare alle società statunitensi un “trattamento commerciale equo”. Ora gli Usa ammettono che “l’imposizione di dazi su determinate importazioni cinesi hanno comportato un calo complessivo della disponibilità delle attrezzature e delle forniture mediche necessarie al contrasto della pandemia in corso”.

“Prima dell’epidemia di coronavirus, il Dipartimento della salute e l’Office of the U.S. Trade Representative (USTR) hanno lavorato insieme per garantire che i medicinali essenziali e altri prodotti medici essenziali non fossero soggetti a dazi, comprese le parti necessarie per Scanner TC, alcune apparecchiature di radioterapia, apparecchiature di purificazione dell’aria, parti di letti per cure domiciliari, elettrochirurgia sterile, termometri clinici digitali e altro ancora”.

Non solo sanità
Nel frattempo una coalizione di oltre 100 associazioni di categoria ha esortato il presidente Trump a utilizzare la sua autorità per sospendere i dazi statunitensi ancora in vigore sulle importazioni cinesi come “misura per contrastare la recessione economica derivante dal Coronavirus”.