Energia e Ambiente

Eolico offshore, Aero: “Dal Decreto Energia un forte sostegno alle rinnovabili”

“Si finanzia la logistica portuale, fondamentale per la realizzazione dei grandi impianti eolici in mare, dando il via un vero piano strategico per il Paese”

Roma –  “Esprimiamo viva soddisfazione per l’approvazione in Consiglio dei Ministri del Decreto Energia, presentato dal ministro Pichetto Fratin, che contiene un importante articolo per lo sviluppo dell’infrastruttura portuale necessaria sia per la realizzazione delle strutture galleggianti che come base logistica per l’assemblaggio degli aerogeneratori dell’eolico offshore nel Mediterraneo”. E’ quanto dichiara Fulvio Mamone Capria, presidente dell’Associazione delle Energie Rinnovabili Offshore (Aero), all’approvazione poco fa del Decreto Energia da parte del Cdm. 

“Una grande opportunità, che accompagna gli ingenti investimenti da parte degli operatori del settore, quella inserita nel Decreto Legge per individuare i primi due porti che potranno rappresentare un volano per il settore, nell’interesse della nascente filiera industriale dell’eolico offshore che ci ricevere di colmare i gap produttivi di energia rinnovabile nel Paese”, prosegue Mamone Capria. 

“Con questo specifico articolo del governo, da noi più volte auspicato – conclude il presidente di Aero -, si finanzia la logistica portuale, fondamentale per la realizzazione dei grandi impianti eolici in mare, dando il via un vero piano strategico per il Paese. Restiamo disponibili a dialogare con il governo e il Parlamento per formulare ulteriori proposte utili ad arricchire i contenuti del Dl su quei temi di particolare urgenza per il settore, come il coordinamento nella pianificazione marittima e l’approvazione delle materie prime per i floaters, nonché auspicando che venga a breve licenziato il Decreto Fer2, strumento necessario alla pianificazione degli investimenti alle rinnovabili dal mare”.