Cargo Green&Tech

Equinor, Shell e TotalEnergies ordinano due navi in Cina: saranno consegnate entro la metà del 2024

Northern Lights è una joint venture che riunisce i giganti dell’energia: le unità sono alimentate a Gnl

Genova – Le navi saranno progettate per il trasporto di CO2 liquida con serbatoi di carico pressurizzati appositamente costruiti. Mentre il combustibile primario per le navi sarà il GNL, mantenendo basse le emissioni. Equinor, Shell e TotalEnergies, che insieme hanno dato vita a Northern Lights, hanno ordinato queste due nuove navi, lunghe 130 metri,  in Cina ai cantieri Dalian Shipbuilding Industry e saranno consegnate entro la metà del 2024. Verranno installate altre tecnologie innovative, come un sistema di propulsione assistita dal vento e la lubrificazione ad aria, per ridurre l’intensità di carbonio di circa il 34% rispetto ai sistemi convenzionali. Le navi sono le prime del loro genere e potenzialmente stabiliranno un nuovo standard per il trasporto di CO2 sulle rotte commerciali costiere.

“L’assegnazione di questi contratti è una pietra miliare per Northern Lights. L’uso delle navi consentirà lo sviluppo di una rete infrastrutturale europea flessibile ed efficiente per il trasporto della CO2 mantenendo i costi il ​​più bassi possibile per favorire l’aumento della decarbonizzazione”, spiega Børre Jacobsen, amministratore delegato di Northern Lights.