Logistica Porti

Ferrovie, il ritorno di CMA CGM sul mercato merci francese

Nel 2001, la compagnia francese aveva fondato Rail Link Europe, poi diventata Greenmodal con il consolidamento delle attività fluviali nel 2012

Marsiglia – Ventuno anni dopo la sua prima apparizione nel trasporto merci su rotaia, CMA CGM tenta di nuovo l’avventura in Francia. Dal 24 al 25 gennaio saranno effettuati due nuovi servizi settimanali di treni blocco  tra i terminal container di Marsiglia, Fos-sur-Mer e l’hub multimodale di Duisburg, capolinea della Via della Seta in Europa, con 100 treni a settimana.

Il primo treno blocco del nuovo servizio “Duisburg Ramp” sarà operato da CMA CGM in collaborazione con DB Cargo.

Dal terminal Med Europe, gli spedizionieri potranno beneficiare di una capacità settimanale di 105 TEU per il trasporto di container da 45 piedi. Il servizio diretto per Duisburg è collegato con tre servizi marittimi da e per il Mediterraneo orientale e il Nord Africa (TMX1, TMX2 e Euronaf) con interessanti transit-time multimodali: Ambarli-Duisbourg in 8 giorni, Duisburg-Algeri in tre giorni.

Il giorno successivo,  25 gennaio, un secondo treno in partenza da Fos sarà operato da Europorte, con un carico di 96 TEU e scalo a Lione per un tempo di consegna di due giorni. Il servizio settimanale offreirà un collegamento ai due servizi marittimi della compagnia che collegano l’Asia al Mediterraneo (MEX e MEX2). 

Il collegamento tra il sud della Francia e la Ruhr in Germania dovrebbe offrire nuove prospettive agli spedizionieri, secondo CMA CGM. Duisburg da parte sua beneficia di un flusso di 100  treni merci a settimana dalla Cina: la Via della Seta ha contribuito a incrementare il traffico containerizzato del porto secco tedesco, con un aumento del 10  % nella prima metà del  2021, pari a 2,2 milioni di  TEU. Nello stesso periodo, il trasporto merci su rotaia è aumentato del 14 %.

Con il servizio “Duisburg Ramp”, CMA CGM torna a operare nel settore ferroviario in Francia. Nel 2001, la società aveva fondato Rail Link Europe, che è diventata Greenmodal con il consolidamento delle attività fluviali nel 2012. Cronicamente in perdita, Geenmodal è stata poi ceduta al Gruppo Charles André nel 2017.

Ventuno anni dopo, il contesto è cambiato e CMA CGM è tornata a investire sul ferro. Da un lato, il governo sta promuovendo l’uso del trasporto merci su rotaia e, dall’altro, CMA CGM sta raccogliendo profitti record grazie al momento straordinariamente favorevole dei noli marittimi. Proprio grazie a questa impressionante liquidità, l’azienda sta diversificando in tutte le direzioni. Nel 2021 ha acquistato l’operatore ferroviario privato spagnolo Continental Rail per 25  milioni di euro, poi ha investito nel trasporto aereo acquisendo quattro A 330-200F da Qatar Airways.

Nel novembre del 2021, CMA CGM ha effettuato un ordine con Airbus per quattro cargo A350F e dovrebbe ricevere in consegna un ulteriore A330-200F nel 2022. Infine, lo scorso dicembre, il gruppo francese ha pagato 3 miliardi di dollari per acquisire il business Commerce & Lifecycle Services (CLS) di Ingram Micro, tra cui Shipwire e le attività logistiche dell’azienda in Nord America, Europa, America Latina e Asia-Pacifico.