Difesa Shipping e Logistica

Fincantieri e Deas, esercitazione italo francese contro gli attacchi cyber/La gallery

La simulazione è avvenuta a bordo della portaerei Cavour della Marina militare italiana

Trieste – Un’esercitazione per rafforzare la cyber-resilienza delle flotte commerciali e militari, è stato questo l’obiettivo della simulazione avvenuta nel Mar Tirreno, a bordo della portaerei Cavour della Marina militare italiana. Così gli equipaggi delle marine italiana e francese hanno potuto stimare quanto un’azione cibernetica possa influire sull’operatività delle piattaforme navali, civili e militari, e anche sul raggiungimento della missione.

Il test, avvenuto nell’ambito dell’esercitazione Mare Aperto 24/Polaris, è il risultato di una partnership che Deas ha stretto con Fincantieri. “Gli scenari cyber simulati hanno portato allo sviluppo di “Archimede”, un prodotto in grado di generare attacchi cyber atti a massimizzare gli effetti cinetici sui parametri di navigazione e valutare la capacità di reazione degli equipaggi. “Archimede” prende il nome dalla famosa spinta, il principio fondante del galleggiamento. Il test , ha consentito agli equipaggi di valutare come le difese possano essere penetrate e quali siano le migliori strategie di risposta in un contesto di conflitto integrato”, spiega Fincantieri.

“Questa cooperazione con Fincantieri rappresenta un importante passo in avanti per la ricerca e l’implementazione di sistemi tecnologici di nuova generazione, in grado di fronteggiare le più moderne sfide alla sicurezza in ambito cyber, innovando e incrementando sensibilmente la resilienza del nostro paese” ha spiegato Stefania Ranzato, amministratore unico di Deas.

“La collaborazione con la Marina militare, le partnership con i leader del settore ed esercitazioni come quella odierna, consentiranno di consolidare una serie di prodotti e soluzioni che, una volta implementati in ambito difesa navale, potranno essere allargati con successo al settore civile, con una ottica duale tipica del nostro dna”, ha aggiunto Pierroberto Folgiero, amministratore delegato e direttore generale di Fincantieri.