Difesa

Fincantieri riparte: lunedì si aprono i cancelli di Monfalcone

Trieste – Lunedì 20 aprile lo stabilimento Fincantieri di Monfalcone (Gorizia), il più grande del gruppo, riaprirà i cancelli. La ripresa sarà graduale, con l’ingresso di circa 700 persone, che equivalgono circa a un decimo della forza lavoro presente di solito nello stabilimento, grazie alle misure di sicurezza che la società ha messo a punto in queste settimane di chiusura. Si va dal controllo della temperatura corporea agli ingressi contingentati e su più turni, fino alla continuazione dello smart working dove possibile. Successivamente, a partire dal 27 aprile e fino al 3 maggio, proseguirà progressivamente il rientro dei lavoratori con un incremento di un ulteriore 5% degli occupati. Entro la fine di maggio Fincantieri prevede il ritorno alla normalità e alla piena occupazione.

Ieri Fincantieri e i sindacati Fim, Fiom e Uilm nazionali hanno siglato un accordo con cui viene prorogato il ricorso alla cassa integrazione, con la causale “emergenza Covid-19” fino al 3 maggio data indicata dal Dpcm. Gli stabilimenti del Gruppo sono chiusi dal 16 marzo scorso.