Shipping e Logistica

Finsea riorganizza il gruppo per unità di business e rinnova la brand identity

L’ad Aldo Negri: “La nostra strategia oggi è quella di uscire sul mercato con una immagine unica”. L’azienda avrà tre articolazioni principali: Finsea-Shipping Agency, Finsea-Land Transport e Finsea-Global Logistics. Acquisita una partecipazione nell’operatore livornese Giuseppe Pierucci

Genova – Finsea vara un cambio di immagine con una nuova suddivisione per unità di business per mettere ordine fra le varie attività e renderle più leggibili e sinergiche. «La crescita del gruppo negli anni ha avuto una forte accelerazione con la creazione di nuove partnership e società, ognuna con il suo mercato di riferimento e un suo brand. Da qualche tempo ci siamo resi conto che questa frammentazione impediva di avere una visione d’insieme di Finsea e paradossalmente di ricondurre al nostro gruppo alcune attività principali. La nostra strategia oggi è quella di uscire sul mercato con una immagine unica e convogliare verso un unico nome la forza comunicativa di tutte le nostre aziende».
Aldo Negri, amministratore delegato di Finsea spiega così il cambiamento della “brand identity” del gruppo Finsea, 250 dipendenti, più di 50 aziende controllate e partecipate, un fatturato consolidato di circa 80 milioni di euro, da quasi cinquant’anni protagonista della storia del porto di Genova.
Il gruppo ha intrapreso un percorso di integrazione fra le sue aziende per comunicare in modo più efficace le sue attività, che sono cresciute nel corso degli anni. La nuova immagine del gruppo prevede la suddivisione in tre principali unità di business che, lavorando in sinergia, offrono soluzioni specializzate in Italia, Slovenia, Croazia, Serbia e Bosnia lungo tutte le fasi della catena logistica. Si tratta di Finsea-Shipping Agency, Finsea-Land Transport e Finsea-Global Logistics. La prima fornisce assistenza logistica, amministrativa e rappresentanza commerciale sia agli armatori e agli operatori di navi sia agli esportatori, importatori e trader che gestiscono le loro merci nei porti italiani. La seconda è la business unit dedicata al trasporto stradale e ferroviario di merci. Mentre Finsea-Global Logistics coordina e gestisce tutti gli aspetti relativi alla spedizione delle merci via mare, aereo e terra, comprese le pratiche doganali.
Accanto all’attività core, ci sono due unità di business complementari: Finsea-Shipping Yards che attraverso la partecipazione nella holding Genova Industrie Navali, offre servizi di refitting, repair e new building e Finsea-Shipping Lines attiva nel trasporto passeggeri attraverso due compagnie di navigazione, BluNavy e Ichnusa Lines.
Infine, Finsea Global Service è la business unit dedicata ai servizi intragruppo, amministrativo-finanziari, IT, comunicazione e marketing, acquisti, risorse umane e gestione del patrimonio immobiliare.
Recentemente il gruppo ha ulteriormente esteso le sue operazioni diventando spedizioniere doganale (Sat), azionista di riferimento di Logtainer, uno dei più importanti operatori ferroviari nel Nord Ovest italiano e acquisendo una società di autotrasporto, che oggi conta una flotta di 50 mezzi (Silt). La diversificazione ha portato all’inclusione di una realtà nel mercato del project cargo e dei servizi break bulk, con un focus anche sull’assistenza al comparto yachting attraverso un brand dedicato (Multi Marine Services) e alla fondazione di Sinalefi, agenzia marittima dedicata all’assistenza alle opere marittime, con il primo importante appalto per i lavori per la costruzione della diga di Genova. Da segnalare, infine, il recente ingresso nella compagine societaria di Giuseppe Pierucci, operatore livornese specializzato nei servizi logistici per il settore della vela, oggi official logistics provider del Team Luna Rossa – Prada Pirelli e della Federazione Italiana Vela.
Finsea è stato pioniere nella privatizzazione delle banchine portuali in Italia nel 1993, con la creazione del Terminal Contenitori Porto di Genova-Sech di Calata Sanità, e oggi continua la sua partecipazione nelle attività terminalistiche come uno dei partner del Terminal Cilp di Livorno.