Shipping e Logistica

Formazione marittimi, MIMS convoca “consultazione pubblica” con le parti sociali

Roma – Il ministero delle Infrastrutture e delle Mobilità Sostenibile ha convocato una consultazione pubblica con le parti sociali per discutere sullo “Schema di Decreto Legislativo di attuazione della Direttiva (UE) 2019/1159 del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 giugno 2019 recante modifica della Direttiva 2008/106/CE concernente i requisiti minimi di formazione della gente di mare e che abroga la direttiva 2005/45/CE riguardante il reciproco riconoscimento dei certificati rilasciati dagli Stati Membri alla gente di mare”.

Ai sensi di quanto previsto dalla Direttiva (UE) 2019/1159 indicata in oggetto, gli Stati membri dell’Unione Europea hanno infatti l’obbligo di recepire la stessa direttiva entro il 2 agosto 2021. Pertanto, la Direzione del ministero, in coordinamento con l’Ufficio legislativo, ha predisposto “lo schema di decreto di recepimento sul quale si ritiene opportuno avviare una consultazione pubblica delle parti sociali in indirizzo, prima di concludere l’iter procedurale di emanazione del provvedimento”.

Il ministero segnala che “lo schema di provvedimento è già stato oggetto di valutazione e commenti da parte del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto per la parte di competenza relativa alla sicurezza della navigazione marittima ed alla certificazione dei marittimi”.

In allegato, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, il decreto legislativo 12 maggio 2015n71. e 12 maggio 2020, n. 43. Attuazione della direttiva 2012/35/UE, che modifica la direttiva 2008/106/CE, concernente i requisiti minimi di formazione della gente di mare.