cantieri Logistica Porti

Genova, via libera al riempimento di calata Concenter, al tunnel portuale e a interventi sui bacini di carenaggio

Il Comitato di gestione dell’Autorità di sistema ha inoltre approvato le note di variazione al bilancio di previsione 2022
Genova – C’è il riempimento di calata Concenter, e poi gli interventi per i bacini di carenaggio e il tunnel subportuale. Via libera alla prosecuzione del piano investimenti per i porti di Genova e Savona. Fra le opere per lo scalo del capoluogo ligure spunta il riempimento di calata Concenter, lo specchio acqueo davanti al carbonile Enel, che entra nel programma straordinario delle opere (decreto Genova) con un impegno di spesa di 30 milioni.

L’intervento è stato inserito nell’aggiornamento del programma straordinario (per cui si prevedono complessivamente a oggi investimenti per 3 miliardi, con un incremento di 735.932.957 euro) approvato dal Comitato di gestione dell’Autorità di sistema portuale, presieduto da Paolo Emilio Signorini, in cui sono entrati anche il progetto di interventi infrastrutturali sulle aree delle riparazioni navali con un impegno di spesa di altri 30 milioni, e il progetto del tunnel subportuale che rientra tra gli interventi di cui all’accordo sottoscritto tra Aspi, Adsp, Regione Liguria e Comune di Genova, per un valore complessivo pari a 698 milioni euro completamente a carico di Autostrade per l’Italia.

Il Comitato di gestione dell’Autorità di sistema ha inoltre approvato le note di variazione al bilancio di previsione 2022, “essenzialmente riconducibili – spiega una nota – sia in entrata che in spesa, all’aggiornamento del piano degli investimenti straordinario e ordinario”. Sono state in particolare previste maggiori spese per 79,6 milioni, relative alla revisione delle spese in conto capitale.