Lavoro Primo Piano

Gli armatori greci: “Vaccini anti-Covid, i marittimi siano tra i primi a beneficiarne. Come i medici”

Atene – “Siamo profondamente in debito con tutti quei lavoratori impegnati in prima linea, che sono gli eroi di questa battaglia diseguale: i medici, il personale ospedaliero, gli scienziati e altri, ma anche i nostri marittimi che lavorano instancabilmente giorno e notte durante la pandemia. Stiamo osservando con grande ammirazione, ma anche con angoscia, i notevoli sforzi e progressi che sono stati fatti per porre fine a questo incubo e ora stiamo guardando al futuro con ottimismo dopo la notizia che siamo molto vicini alla circolazione dei vaccini per Covid-19″. Lo ha detto il presidente dell’Associazione degli armatori greci, Theodoros Veniamis.

“In occasione di questa promettente notizia, vorrei esprimere ancora una volta la forte preoccupazione dell’industria marittima per il suo popolo, i marittimi, e invitare i governi di tutto il mondo a considerarli lavoratori “indispensabili”. È quindi una cosa della massima importanza dare priorità alla vaccinazione dei marittimi per il Covid-19, insieme ad altri lavoratori in prima linea. Ciò garantirà un ambiente privo di contagi per i marittimi che lavorano in particolari condizioni di restrizione, oltre a facilitare i cambiamenti e il rimpatrio degli equipaggi, che sono attualmente gravemente perturbati, proteggendo al contempo il funzionamento ininterrotto del commercio internazionale”, ha osservato Veniamis.