Traghetti

Incendio a bordo del traghetto Euroferry Olympia: passeggeri e marittimi in salvo / Il video

A bordo della nave vi erano 239 passeggeri, di varie nazionalità, e 51 membri dell’equipaggio (italiani e greci). Inoltre, la nave trasporta 153 mezzi commerciali (tra camion e semirimorchi), nonché 32 veicoli al seguito dei passeggeri

Napoli – Attraverso una nota diffusa poco fa, il Gruppo Grimaldi ha reso noto che “questa notte si è verificato un incendio a bordo della nave passeggeri Euroferry Olympia mentre si trovava a circa 10 miglia a nord dell’isola di Corfù.
Alle ore 04:12 (ora locale) il Comandante della nave ha contattato il quartier generale del Gruppo informando che l’incendio si sarebbe manifestato al garage n° 3. L’equipaggio della nave è subito intervenuto per domare l’incendio con i mezzi di bordo mentre il Comandante ed il personale del Gruppo, attraverso l’“emergency response team”, hanno prontamente notificato l’accaduto alle competenti autorità nazionali e greche, e preso tutte le misure necessarie onde gestire nel migliore dei modi l’incidente”.


“Per la sicurezza dei presenti a bordo – si legge nel comunicato – il comandante ha deciso l’abbandono della nave. Dalle prime informazioni, le persone evacuate sono state tratte in salvo da una unità della Guardia di Finanza italiana ed una della Guardia Costiera Greca che si trovavano in zona. Dette unità si stanno dirigendo verso il porto di Corfù dove il Gruppo sta organizzando l’assistenza degli evacuati in loco”.


A bordo della nave vi erano 239 passeggeri, di varie nazionalità, e 51 membri dell’equipaggio (italiani e greci). Inoltre, la nave trasporta 153 mezzi commerciali (tra camion e semirimorchi), nonché 32 veicoli al seguito dei passeggeri. Non risultano sversamenti di combustibile a mare, né sembrerebbe compromessa la stabilità della nave.
Sono stati ingaggiati rimorchiatori che si stanno dirigendo verso la Euroferry Olympia per dare pronto supporto e gestire l’emergenza.

La nave Euroferry Olympia battente bandiera italiana (anno di costruzione 1995), operata sul collegamento giornaliero Brindisi-Igoumenitsa dalla Grimaldi Euromed S.p.A. (società del Gruppo Grimaldi), era salpata dal porto di Igoumenitsa alle ore 01:20 (ora locale) di oggi ed era prevista arrivare a Brindisi questa mattina alle ore 09:00.
“Il vertice del Gruppo Grimaldi esprime il proprio rammarico per l’incidente e darà piena collaborazione alle autorità competenti, per fare luce sull’accaduto”.

“L’ennesimo incidente che rende sempre più attuale la necessità di un intervento deciso affinché la sicurezza diventi un mantra insostituibile nel quotidiano svolgimento di ogni tipo di lavoro”. Così Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti sull’incendio sviluppatosi a bordo della nave Euroferry Olympia, aggiungendo “è apprezzabile che le misure di sicurezza e di evacuazione siano scattate rapidamente mettendo al sicuro sia passeggeri che equipaggio anche se siamo in trepida attesa per le 5 persone che risultano ancora disperse: ringraziamo per questo sia l’equipaggio stesso sia i soccorritori”.

“Un ennesimo incidente – sostengono le tre organizzazioni sindacali – che dimostra la strategicità del tema sicurezza nell’ambito di ogni filiera produttiva del Paese”.

“Intanto – proseguono Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti – abbiamo già avanzato richiesta di un urgente incontro alla società armatrice Grimaldi Lines per ricevere una dettagliata informativa circa la dinamica dell’accaduto e per procedere a tutti gli interventi utili a migliorare ulteriormente le opportune valutazioni del rischio la cui ampiezza deve essere volta a non trascurare nessun rilievo”.