Cargo Yacht

Yacht sperona nave cisterna che affonda poco dopo

Utopia IV è uno yacht ad alta potenza progettato e costruito dall’italiano Rossinavi nel 2018. E’ equipaggiato con quattro motori Rolls Royce leggeri

Miami – Una nave cisterna registrata in Belize che operava alle Bahamas è affondata dopo essere stata “speronata da un super yacht di 62 metri”, secondo il suo operatore, Maritime Management di Miami. I dettagli sull’incidente e sul funzionamento delle due navi sono scarsi, ma la compagnia riferisce che tutti e sette i membri dell’equipaggio sono stati tratti in salvo illesi.

La nave cisterna di 32 anni M/T Tropic Breeze era partita da New Providence Island, alle Bahamas, il 24 dicembre ed era diretta a Great Stirrup Cay, sempre alle Bahamas. Great Stirrup Cay è un’isola di proprietà della Norwegian Cruise Line, che la gestisce come porto privato per le sue navi da crociera.

La nave cisterna trasportava un carico di “materiali non persistenti, GPL, gas marino e gas per autotrazione”, secondo Maritime Management. La cisterna si trovava a circa 15 miglia a nord-ovest di New Providence quando si è verificata la collisione con il super yacht Utopia IV, uno yacht charter con scafo in alluminio che operava dalle Bahamas e dalla Florida. Lo yacht può ospitare 12 passeggeri e normalmente ha un equipaggio di 13.

Utopia IV è uno yacht ad alta potenza progettato e costruito dall’italiano Rossinavi nel 2018. E’ equipaggiato con quattro motori Rolls Royce leggeri e quattro idrogetti, che gli forniscono una velocità massima di 33 nodi e una velocità media di crociera di 26 nodi. 

Non è chiaro quale fosse la velocità dello yacht al momento della collisione e se stesse operando con passeggeri. Lo yacht risulta in vendita a 51 milioni di dollari.