Energia e Ambiente Shipping e Logistica

Inquinamento, maxi-sanzione negli Stati Uniti. Comandante di petroliera a processo

E’ stato un membro dell’equipaggio della petroliera ad agire come informatore della grave violazione. L’11 gennaio 2023 il marittimo ha contattato la Guardia Costiera di New Orleans denunciando il fatto

Washington – Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha condannato due società straniere che possiedono e gestiscono una nave cisterna a multa di 2 milioni di dollari. Entrambe le società si sono dichiarate colpevoli di aver scaricato deliberatamente rifiuti oleosi nelle acque oceaniche vicino a New Orleans.

I vertici di Prive Overseas Marine, con sede a Dubai, e la società turca Prive Shipping, proprietaria e operatore della nave cisterna PS Dream, si sono dichiarati colpevoli di aver violato consapevolmente la Marpol e di avere ostacolato la giustizia. Il comandante Abdurrahman Korkmaz, cittadino turco, dovrà affrontare un processo separato.

E’ stato un membro dell’equipaggio della petroliera ad agire come informatore della grave violazione. L’11 gennaio 2023, il marittimo ha contattato la Guardia Costiera di New Orleans, che era il successivo porto di scalo della nave. L’uomo ha condiviso un video che mostra il materiale inquinante pompato fuori bordo e trascinato dietro la petroliera. L’olio esausto proveniva dalla sala macchine ed era stato occultato nel serbatoio dell’olio residuo da un equipaggio precedente.

Le due società, insieme al comandante Korkmaz, hanno cercato di occultare il fatto falsificando il registro della nave presentato alla Guardia Costiera durante l’ispezione.

I responsabili delle società sono stati accusati di associazione a delinquere, violazione della Marpol e ostacolo alla giustizia.

Negli Stati Uniti i giudici hanno l’autorità di concedere fino a 500.000 dollari agli informatori che hanno aiutato la Guardia Costiera e fornito prove per affrontare il caso.