Porti e Infrastrutture

La classifica dei primi 20 porti al mondo: 9 sono cinesi / Grafico

Complessivamente, i 20 porti container più grandi del mondo hanno movimentato circa 194,8 milioni di TEU di container nella prima metà di quest’anno, rispetto ai 192,6 milioni di TEU del semestre 2021

Londra – Tra i 20 porti per container più grandi del mondo censiti nella prima metà di quest’anno, ben 9 sono cinesi. Tra questi, il traffico di container del porto di Ningbo Zhoushan è aumentato dell’8,8% nella prima metà di quest’anno, avvicinandosi al secondo porto di Singapore. Nonostante il forte impatto dell’epidemia, il porto di Shanghai è ancora al primo posto nel mondo.

La società di consulenza Alphaliner ha pubblicato la sua classifica dei porti containerizzati globali per la prima metà del 2022 nel suo ultimo rapporto settimanale di mercato.

Come mostrato nella tabella qui sotto, i primi 20 sono Shanghai, Singapore, Ningbo, Zhoushan, Shenzhen, Qingdao, Guangzhou, Busan, Tianjin, Los Angeles/Long Beach, Hong Kong, Rotterdam, Dubai, Anversa, Port Klang, Xiamen, Tanjung Pelepas., New York/New Jersey, Kaohsiung, Laem Chabang, Amburgo.

Il traffico del porto di Ningbo Zhoushan, il secondo porto per container della Cina, è aumentato dell’8,8% a 17,48 milioni di TEU nella prima metà di quest’anno e i dati sono molto vicini ai 18,407 milioni di TEU di Singapor. Va notato che il porto di Ningbo Zhoushan ha addirittura superato Singapore nel secondo trimestre.

Nello stesso periodo dell’anno scorso, il divario tra i due porti era di 2,7 milioni di TEU. Prima dell’epidemia, il divario tra il porto di Ningbo Zhoushan e Singapore era di circa 4 milioni di TEU.

I lockdown scattati a Shanghai nella prima metà di quest’anno hanno comportato il dirottamento di alcune merci verso il vicino porto di Ningbo Zhoushan.

Prendendo come esempio il maggio di quest’anno, proprio perché alcuni carichi sono stati dirottati da Shanghai, il traffico del porto di Ningbo Zhoushan ha raggiunto il record di 3,3 milioni di TEU, un aumento anno su anno del +16%, superiore ai dati di Singapore

Il traffico complessivo di Shanghai nella prima metà di quest’anno è leggermente diminuito (dell’1,8%) su base annua, ma il porto si è comunque classificato al primo posto con 22,54 milioni di TEU.

Il ritmo frenetico del porto di Ningbo Zhoushan non è  diminuito neppure dopo la totale riapertura di Shanghai.Il traffico di Ningbo Zhoushan a luglio ha raggiunto un considerevole 3,28 milioni di TEU, facendo registrare il quarto mese consecutivo oltre quota 3 milioni di TEU.

Complessivamente, i 20 porti container più grandi del mondo hanno movimentato circa 194,8 milioni di TEU di container nella prima metà di quest’anno, rispetto ai 192,6 milioni di TEU nello stesso periodo dell’anno scorso, con un aumento dell’1,1%. Undici porti hanno aumentato il traffico (Cina e Stati Uniti rappresentano 7 di questi porti) e 9 hanno registrato un calo.

Sebbene la crescita sia variata ampiamente tra i porti (il peggior dato è stato il -7,4% di Port Klang, il migliore il +11,6% di New York/New Jersey), la classifica complessiva dei primi 20 porti non ha registrato nuovi ingressi.

Un fenomeno interessante è che, sebbene il traffico totale sia in aumento, Alphaliner ha affermato che le movimentazioni di Maersk, CMA CGM, COSCO, ONE, ZIM e HMM nella prima metà del 2022 sono diminuite di circa il 5,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso a 50,9 milioni di TEU.

I dati provenienti da porti e compagnie di navigazione sembrano, insomma. contraddittori. Alphaliner ha spiegato che una maggiore attività di trasbordo potrebbe aver distorto in parte i dati di crescita, poiché il carico che è stato dirottato a causa delle congestioni portuali ha finito per generare un flusso aggiuntivo, il che non era indicativo dell’effettiva crescita del volume su specifiche rotte commerciali.