Cantieri&Difesa Lavoro

Golfo di Guinea, la Marina danese uccide quattro pirati

La nave “Snar” è partita dalla base navale danese di Friedrichshafen il 24 ottobre ed è arrivata nel Golfo di Guinea all’inizio di novembre

Una nave militare della Royal Danish Navy, la HDMS Esbern Snare (F342), durante un’operazione di sorveglianza nel Golfo di Guinea, in Africa occidentale, ha aperto il fuoco contro un’imbarcazione uccidendo 4 pirati e catturandone altri 4. 

Secondo il rapporto dell’unità militare, l’elicottero MH-60R Seahawk a bordo dello “Snar” ha notato un motoscafo sospetto che trasportava otto persone. A bordo dello scafo erano visibili ganci e scale comunemente usati dai gruppi di pirati. “A quel punto è stata inviata una nave d’assalto ad alta velocità per trasportare personale delle forze speciali. Abbiamo intimato al motoscafo sospetto di fermarsi per l’ispezione, ma la richiesta è stata seguita da colpi di arma da fuoco. Il personale ha risposto al fuoco uccidendo 4 pirati e ferendone altri 4. Le persone sono state catturate e il motoscafo è stato affondato”.

La nave “Snar” è partita dalla base navale danese di Friedrichshafen il 24 ottobre ed è arrivata nel Golfo di Guinea all’inizio di novembre per missioni di scorta, trasportando un totale di 175 uomini, tra cui polizia militare, forze speciali navali e squadre mediche. La pirateria nella regione è sempre stata un problema: Europa e Stati Uniti inviano alternativamente navi per svolgere missioni di scorta e proteggere rotte e navi mercantili.