Cantieri&Difesa Green&Tech

La Norvegia blocca la cessione di Bergen Engines (Rolls-Royce) alla Russia

Oslo – La Norvegia impedirà al gruppo Rolls-Royce di vendere un produttore di motori marittimi norvegesi a una società russa per “motivi di sicurezza nazionale”. Lo ha riferito al parlamento il ministro della giustizia.

Il blocco dell’accordo è un duro colpo per Rolls-Royce, che contava di raccogliere 2 miliardi di sterline (2,76 miliardi di dollari) dalla cessione per riprendersi dalla pandemia. Con sede sulla costa occidentale della Norvegia e di proprietà della Rolls-Royce da più di 20 anni, Bergen Engines è fornitore per l’industria marittima globale.

“Abbiamo informazioni sufficienti per concludere che è necessario impedire che la società venga venduta a un gruppo controllato da un paese con il quale non abbiamo cooperazione in materia di sicurezza “, ha detto al parlamento il ministro della Giustizia Monica Maeland. Le relazioni tra Norvegia e Russia, che condividono un confine con l’Artico, sono gradualmente migliorate nell’era successiva alla Guerra Fredda prima di subire una battuta d’arresto quando Mosca ha annesso la Crimea nel 2014. Ciò ha innescato maggiori tensioni nel nord con un rafforzamento militare da entrambe le parti e manovre militari più frequenti. “La tecnologia posseduta da Bergen Engines, e i motori che producono, sarebbe stata di notevole interesse strategico militare per la Russia, e avrebbe potenziato le capacità militari russe”, ha detto il governo norvegese in una dichiarazione.