Cargo Oil & Gas

Trasporto container, terminal portuali, rischi di nuovi focolai: cosa sta succedendo sul mercato / Analisi

Il trasporto di rinfuse secche ha registrato una forte ripresa negli ultimi sei mesi, spingendo gli operatori tradizionali ad espandere le flotte e nuovi operatori ad affacciarsi sul mercato

La prosperità del mercato dei container continua, e non vi è alcun segno di indebolimento. Ciò malgrado, i problemi alla catena di approvvigionamento globale e le congestioni portuali sono destinati a protrarsi almeno fino alla prima metà del 2022.

Alcuni analisti fanno notare che, sebbene sia improbabile che il Canale di Suez venga nuovamente bloccato, esiste il rischio potenziale di altri focolai all’interno dei porti-hub, soprattutto considerando la diffusione senza controllo della variante Delta in tutto il mondo.

Terminalisti, vincono quelli globali
Nelle ultime settimane, grazie alla promozione della vaccinazione globale e alla forte crescita del commercio internazionale, l’indice dell’industria portuale ha continuato a salire, aumentando del 9,6% nel secondo trimestre rispetto al trimestre precedente. I dati a disposizione dimostrano che gli operatori terminalistici globali guadagnano di più rispetto agli operatori terminalistici regionali. Sebbene continui a prevalere l’ottimismo, la diffusione di nuove varianti del virus (Delta e Lambda) e rialzi dei tassi di interesse anticipati rispetto alle attese hanno portato sul mercato un elevato grado di incertezza: questi fenomeni potrebbero infatti avere un impatto negativo sulle prospettive di crescita economica.

Rinfuse secche
Il trasporto di rinfuse secche ha registrato una forte ripresa negli ultimi sei mesi, spingendo gli operatori tradizionali ad espandere le flotte e nuovi operatori ad affacciarsi sul mercato. Taylor Maritime si è quotata a Londra nel maggio 2021, diventando la prima IPO sul mercato. Si prevede che la domanda cinese di prodotti alla rinfusa continuerà a crescere, sostenendo energicamente il mercato globale. Allo stesso tempo, le prospettive per le importazioni di carbone nell’UE e in Asia sono ottimistiche. Non solo: l’apertura della stagione della raccolta dei cereali in paesi europei come la Russia aumenterà la domanda del mercato di navi Panamax e Handysize.

Trasporto GNL
L’indice DMFR LNG è aumentato del 20,5% da inizio anno (al 15 luglio 2021), a causa di un aumento del 56,5% del prezzo delle azioni Flex LNG, del 25,8% del prezzo delle azioni Teekay LNG e del 24% di Golar Prezzo delle azioni del GNL. Le scorte di trasporto di GNL hanno beneficiato del recente miglioramento delle prospettive di trasporto di gas naturale liquefatto, con tariffe di trasporto spot a fine giugno più che raddoppiate rispetto a quelle di fine marzo.

Trasporto GPL
Si prevede che i prezzi di trasporto del GPL si possano ulteriormente consolidare nel prossimo mese. Tuttavia, contratti più elastici e un minor margine di trattativa sui prezzi negli Stati Uniti e nel propano asiatico stanno portando a una minore domanda: il grande numero di navi libere potrebbe mettere sotto pressione le tariffe a breve termine. Dal lato dell’offerta, il costante afflusso di nuovi ordini ha sollevato preoccupazioni per gli utili a lungo termine. Finora nel 2021 sono state ordinate 72 nuove navi, rispetto alle sole 13 per tutto il 2020.

Trasporto di petrolio greggio
Sebbene il valore di mercato totale delle azioni del petrolio greggio sia sceso dell’1,8% a giugno, l’aumento complessivo nel secondo trimestre è stato del 9,5%, superando i principali indicatori di mercato come l’S&P 500 e il Dow Jones. La campagna vaccinazioni promossa dalle principali economie ha portato ad aspettative ottimistiche sulla domanda. L’allentamento delle restrizioni negli Stati Uniti, in Europa e in India, la ripresa dell’attività economica e il calo delle scorte hanno sostenuto la tendenza al rialzo del mercato. Tuttavia, la diffusione di nuove varianti del virus è preoccupante e potrebbe rallentare la ripresa dei consumi di petrolio e ritardare la ripresa del mercato del greggio.

Trasporto di prodotti in cisterna
L’indice DMFR Product Tanker è aumentato del 7,3% nel secondo trimestre di quest’anno, principalmente a causa di un aumento del 19,4% del prezzo delle azioni Scorpio Tankers (STNG), un aumento dell’1,3% del prezzo delle azioni di Hafnia e un calo dei prezzi delle azioni di altri società che compongono l’indice. La crescita a due cifre del prezzo delle attività delle navi LR2 ha sostenuto l’aumento del prezzo delle azioni di STNG. Anche i prezzi delle attività delle navi Aframax sono migliorati grazie al sostegno della forte domanda di petrolio greggio e dei forti ricavi spot. Il prezzo di transazione delle navi usate LR2 con un’età di 5 anni è aumentato del 16,7% nel secondo trimestre di quest’anno mentre il prezzo delle navi usate LR2 di 10 anni è aumentato del 14,9% rispetto allo stesso periodo. Il prezzo delle navi MR di 5 anni è rimasto invece stabile negli ultimi 6 mesi.