Crociere

La Spezia, dopo due anni le crociere tornano ai livelli pre-Covid

Al terminal cruise di Largo Fiorillo due attracchi simultanei con le navi MSC Grandiosa e Mein Schiff 2.

La Spezia – Sono quasi 5.000 i passeggeri sbarcati dalle due navi attraccate ieri, martedì 17 agosto, ai moli della Spezia. MSC Grandiosa e Mein Schiff 2 hanno riportato il Terminal Crociere di Largo Fiorillo ai numeri pre-Covid, visto che due attracchi simultanei non si registravano dall’Ottobre 2019. Un “evento” che andrà a replicarsi ancora, nel corso delle prossime settimane. Il calendario degli arrivi prevede infatti un doppio arrivo il prossimo 15 settembre e il 13 ottobre. Ossigeno per il settore turistico, che beneficia dunque di un ritorno graduale alla normalità.

MSC Grandiosa, la nuova ammiraglia di MSC Crociere, è una nave dotata delle più avanzate tecnologie ambientali disponibili al mondo. Con un sistema di riduzione del rumore in mare che diminuisce l’impatto sui mammiferi marini di grandi dimensioni e con il 97% di ossido di zolfo e 80% di ossido di azoto in meno – grazie a un sistema ibrido di pulizia dei gas di scarico (EGCS) e una riduzione catalitica selettiva all’avanguardia (SCR) – il colosso di casa MSC è in grado di ospitare oltre 6.300 passeggeri.

Nell’attracco di ieri alla Spezia, erano circa 3.500 i crocieristi a bordo. Tra questi e i passeggeri della Mein Schiff 2, sono sbarcati circa 2.500 persone, prevalentemente europee, che hanno visitato le vie del centro e le perle turistiche della zona. Cinque Terre in primis, ma anche Lerici e Porto Venere, Pisa e Firenze. Visite guidate prenotate per tempo e tenute “in bolla”, per evitare contatti a rischio Covid.

Un segnale di ripresa che torna a creare economia nell’area. Settore turistico e ricettivo che guarda con fiducia e fretta ai lavori che dovranno essere svolti in accordo tra l’AdSP del Mar Ligure Orientale e LSCT, per liberare completamente Calata Paita e renderla un approdo ideale per un numero maggiore di navi da crociera.