Crociere e Traghetti Shipping e Logistica

Ligabue S.p.A., dopo quasi 40 anni, torna nella totale proprietà della omonima famiglia fondatrice

Il gruppo è specializzato nei servizi di catering e forniture per piattaforme on-shore e off-shore, navi da crociera, traghetti e navi mercantili

Venezia – Momento storico per la Ligabue S.p.A., gruppo tra i principali a livello internazionale nei servizi di catering e forniture per piattaforme on-shore e off-shore, navi da crociera, traghetti e navi mercantili, nonché armatore e primario operatore di Travel Trade marittimo.

Dopo quasi 40 anni l’azienda – che ha festeggiato nel 2019 il suo primo secolo di attività, cuore e quartier generale a Venezia ma presenza in 16 Paesi – torna al 100% di proprietà della famiglia Ligabue, oggi rappresentata da Inti Ligabue, CEO dal 2012 e dal 2016 anche Presidente del Gruppo Ligabue.

Entrato attivamente in azienda nel 2004, Inti Ligabue – chiamato ad assumere il testimone dal nonno Anacleto e del padre Giancarlo – ha vissuto i momenti complessi del cambio generazionale dovendo affrontare anche la crisi strutturale e di mercati attraversata dall’azienda, che ha saputo però riorganizzare e rinnovare in questi anni, riportando la società ai momenti più felici. Dalla fine degli anni ’80 la Ligabue – la più antica società di appalto e provveditoria navale in attività al mondo, cui si deve l’invenzione del contratto di appalto navale e del servizio di catering – aveva visto l’avvicendarsi di diversi Fondi d’investimento al fianco della famiglia, pur sempre rimasta in maggioranza (nel 2016 l’acquisto di nuove azioni aveva portato Inti Ligabue a detenere il 70% dell’impresa) .

Oggi, dopo due anni di pandemia e con l’azienda che rilancia i suoi risultati – una crescita imponente nell’ultimo anno di oltre 70 milioni di Euro e un fatturato pari a 314 milioni di Euro, il raddoppio dell’Ebitda e il ritorno a rapporti di coefficienti economici prepandemici – l’azionariato della Ligabue vede nuovamente la sola famiglia fondatrice al comando, con l’acquisto da parte di Inti Ligabue delle quote appartenute al Fondo Italiano di Investimento.

“È un momento storico per la nostra azienda, estremamente significativo – dichiara con entusiasmo Inti Ligabue – una scelta che garantisce strategia di lungo periodo a tutti gli stakeholder del Gruppo. La volontà di mantenere l’azionariato nelle mani della famiglia fondatrice, come unico azionista, conferma la solidità dell’azienda e la visione di prospettiva per il futuro”.

.