Energia e Ambiente

Scaroni: “Bracchi ridurrà le emissioni di un terzo entro il 2028”

Il presidente del gruppo bergamasco della logistica annuncia un piano di decarbonizzazione. Aperto un nuovo hub a Lonigo

Lonigo – Svolta green per Bracchi, azienda della logistica di Bergamo che ha aperto un nuovo hub a Lonigo, vicino a Vicenza. Previsti pannelli solari e nuove partnership e tra le novità anche l’utilizzo del biocarburante Hvo e l’acquisto di energia prodotta da fonti rinnovabili. Il piano di decarbonizzazione di Bracchi in una prima fase avrà un orizzonte temporale di 5 anni, dal 2024 al 2028, con l’obiettivo di raggiungere una riduzione delle emissioni del 33% nell’arco del piano, ossia circa 7,5% all’anno, rispetto al  valore di base misurato alla fine del 2023.

“Bracchi ha intrapreso un percorso virtuoso per ridurre le emissioni di CO2 delle proprie attività – spiega il presidente di Bracchi, Paolo Scaroni – Contribuendo quindi anche agli obiettivi di decarbonizzazione che le nostre aziende clienti si pongono. Siamo fornitori di grandi imprese europee che hanno ambiziosi obiettivi in tema di sostenibilità verso la net zero economy e vogliamo farci trovare preparati per dargli supporto anche su questo fronte. Abbiamo tutti il target di ridurre le emissioni del 42% entro il 2030, uno sforzo titanico cui vogliamo dare il nostro contributo, posizionando Bracchi come azienda all’avanguardia sul tema della logistica verde”. 

(Nella foto da sinistra l’ad di Bracchi Umberto Ferretti e il presidente di Bracchi Paolo Scaroni)

I principali interventi riguarderanno l’utilizzo del biocarburante HVO, prodotto di ultima generazione che garantisce una riduzione significativa dell’impronta carbonica.  Ma non solo: è prevista l’installazione di nuovi sistemi di illuminazione a led, impianti fotovoltaici (si ipotizzano nuove installazioni a Bassano del Grappa, Castrezzato, Lonigo, Kostolné Kračany ed Ettenheim tra il 2025 e il 2027), l’acquisto di energia prodotta al 100% da fonti rinnovabili e importanti azioni di green procurement e sensibilizzazione di clienti, fornitori, forza lavoro e un coinvolgimento di tutti gli stakeholder.