Porti

Los Angeles: “Il 15% di traffico in meno a causa del Coronavirus”

Los Angeles – Il direttore esecutivo del porto di Los Angeles, Gene Seroka, prevede che il volume delle merci calerà 15% nel primo trimestre a causa del Coronavirus.

“Quaranta partenze di navi sono state cancellate dall’Asia, principalmente dalla Cina, verso il porto di Los Angeles dall’11 febbraio al 1° aprile. Queste 40 cancellazioni rappresentano quasi il 25% del traffico del nostro porto“.

Seroka ha aggiunto che container vuoti e esportazioni non deteriorabili si stanno accumulando in tutto il Paese, e non solo nei porti costieri. “Iniziamo a vedere un effetto domino. Siamo preoccupati per i posti di lavoro e per il business che stiamo perdendo. Ma allo stesso tempo, dobbiamo trovare un equilibrio in tutto il settore prima di raggiungere l’alta stagione tradizionale, ovvero il periodo estivo”.

In una comunicazione ai clienti, lunedì scorso il gruppo francese CMA CGM ha dichiarato che le sue operazioni in Cina sono “entrate nella fase di recupero. Le attività manifatturiere stanno gradualmente riprendendo, sempre più lavoratori portuali e camionisti stanno tornando ai loro posti e il flusso di merci sta diminuendo nei principali porti costieri”.