Cargo

Maersk investe ancora sull’air cargo: l’obiettivo è il mercato nordamericano

Maersk riceverà altri tre 767 jet all-cargo dallo stabilimento Boeing di Everett, Washington, nel 2022, e esternalizzerà le loro operazioni ad Amerijet

Copenaghen – Maersk ha ordinato tre nuovi 767-300 cargo da Boeing e si è accordata con la compagnia aerea cargo Amerijet, con sede a Miami, per schierarli su rotte transpacifiche consolidando così la propria presenza negli Stati Uniti.

Maersk riceverà i tre 767 jet all-cargo dallo stabilimento Boeing di Everett, Washington, nel 2022, e esternalizzerà le loro operazioni ad Amerijet, come ha affermato il portavoce del colosso danese Povl Rasmussen. Gli aerei dovrebbero entrare in servizio quest’anno tra l’Asia e il Nord America.

“Come annunciato in precedenza, AP Moller – Maersk sta rafforzando ed espandendo la sua offerta di trasporto aereo di merci”, ha affermato la società in una dichiarazione a FreightWaves.

Boeing non ha mai annunciato pubblicamente la vendita dei 767 a Maersk né l’ha inserita nell’elenco pubblico degli ordini. Gli aerei erano originariamente destinati a un altro cliente che si è ritirato dall’ordine, secondo indiscrezioni non smentite. 

Strategie
Un’importante riorganizzazione in corso prevede che Maersk Air Cargo sposterà il suo hub per il trasporto aereo di merci da Copenaghen al secondo aeroporto più grande della Danimarca, Billund. Maersk ha recentemente finalizzato l’ acquisizione dello spedizioniere tedesco Senator International per 644 milioni di dollari. Senator ha una significativa rete di voli charter con circa 20 voli settimanali all-cargo operati da vettori a contratto come Magma Aviation. 

Maersk Air Cargo gestisce 15 Boeing 767 cargo, la maggior parte dei quali convertiti da aeromobili passeggeri, per clienti come UPS e Royal Mail nel Regno Unito. Queste operazioni hanno sede presso l’hub UPS di Colonia, in Germania, e presso l’aeroporto di East Midlands nel Regno Unito.